Milleproroghe: le novità in edilizia
Milleproroghe: le novità in edilizia

Il Milleproroghe d.l. 216/2011 ha avuto ieri il via libera dalla Camera, dopo l’ok del senato del 15 febbraio. Rispetto al testo del Consiglio dei Ministri del 23 dicembre sono state apportate diverse modifiche. Sistri, edilizia residenziale pubblica, fabbricati rurali, verifiche sismiche e design sono i temi più interessanti di cui si tratta nel Decreto. Il contenuto dei numerosi emendamenti sono stati oggetto della critica del Presidente della Repubblica Napolitano.

 

Leggi il testo del Milleproroghe con le modifiche apportate.

 

Di seguito le novità più interessanti.

 

Sistri
Slitta al 30 giugno 2012 l’entrata in vigore del Sistri (Sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi), per consentire agli operatori coinvolti di portare a termine correttamente gli adempimenti previsti.  Si tratta di un’ulteriore proroga: la Manovra bis di Ferragosto (d.l. 138/2011) aveva fissato al 9 febbraio 2012 la data.

 

Erp, prezzo massimo di cessione
A partire dal 1° gennaio 2012, i Comuni fissano la percentuale relativa alla determinazione del prezzo massimo di cessione delle singole unità abitative di edilizia residenziale pubblica (Erp) e del canone massimo di locazione.

 

Riconoscimento edifici rurali
È stata confermata la proroga al 31 marzo 2012, termine ultimo per la presentazione delle domande di variazione catastale per il riconoscimento della ruralità dei fabbricati accatastati, ai fini della loro esenzione dall’Ici relativa al 2011. Importante è sottolineare che dal 2012 anche i fabbricati rurali pagheranno l’Imu.

 

Diritto d’autore sulle opere di design
Viene portato da cinque a tredici anni la moratoria sull’applicazione della protezione di diritto d’autore delle opere di design. Tale misura è contraria alla direttiva e quindi illegittima, e la sua adozione rischia di esporre nuovamente l’Italia a una procedura d’infrazione. Sul tema si è già pronunciata la Corte di giustizia europea dopo una riemissione pregiudiziale del Tribunale di Milano su istanza di Assoluce-FederLegnoArredo, diretta a valutare la compatibilità delle norme italiane con la direttiva.

A questo proposito, il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ha commentato: “Mentre l’Unione Europea approva norme che estendono il diritto d’autore a 70 anni l’Italia, patria del design contemporaneo, continua a tollerare in modo incomprensibile l’attivita’ fraudolenta di chi, aggirando la legge, danneggia chi investe sul lavoro, la conoscenza, la ricerca e la creativita’”. Per gli architetti è un “condono mascherato. (…) E’ davvero sconcertante e incomprensibile come la politica si ostini a non riconoscere la qualità dei prodotti industriali del nostro Paese, le capacità dei suoi progettisti e il knowhow delle sue aziende e non sia capace, conseguentemente,  di varare  dei provvedimenti in grado di tutelare chi investe in idee e innovazione”.

 

Verifiche sismiche
È stato prorogato fino al 31 dicembre 2012 il termine per le attività connesse con le verifiche sismiche, finanziate con il Fondo per gli interventi straordinari della Presidenza del Consiglio dei ministri. La proroga riguarda le verifiche tecniche degli edifici di interesse strategico e delle opere infrastrutturali importanti per la protezione civile (sono esclusi gli edifici e le opere progettate secondo le norme sismiche risalenti al 1984).

 

Centrale di committenza unica per i Comuni con meno di 5mila abitanti
31 marzo 2013: data ultima a partire dalla quale i Comuni con popolazione fino a 5mila abitanti saranno obbligati ad affidare l’acquisizione di lavori, servizi e forniture a un’unica centrale di committenza.

 

Agenzia per le infrastrutture stradali e autostradali
L’Agenzia per le infrastrutture stradali ed autostradali subentra ad Anas Spa come concedente per le convenzioni in essere dal 31 luglio 2012.

 

Sfratti per categorie sociali disagiate
È stata spostata al 31 dicembre 2012 l’esecuzione degli sfratti riguardanti le categorie sociali disagiate.

 

Prevenzione degli incendi nelle strutture turistico-alberghiere
Prorogato di due anni il termine per la messa a norma delle strutture turistico-alberghiere per la prevenzione incendi.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento