Il 31 maggio (cioè sabato, tra due giorni) è l’ultimo giorno per richiedere la deroga del contributo minimo a Inarcassa per chi ha determinati requisiti, primo tra tutti il reddito inferiore a 15.690 euro.

In aprile stata approvata dai Ministeri dell’economia e del lavoro la delibera dà ai professionisti che prevedono di incassare nel corso del 2014 meno di 15.690 euro di non versare il contributo soggettivo minimo pagando, a dicembre 2015, il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto.

Gli altri requisiti per fruire della deroga sono i seguenti:
– essere iscritto a Inarcassa al momento della richiesta;
– non essere pensionando o pensionato;
– non usufruire della riduzione per i giovani under 35 anni;
– non aver esercitato la facoltà di deroga già per 5 volte.

La possibilità di deroga del contributo minimo soggettivo di Inarcassa vale per un periodo massimo di 5 anni. Rimangono esclusi i pensionati e i giovani professionisti, che già oggi versano importi ridotti e possono comunque contare sull’accredito del periodo assicurativo intero.

Chi si avvarrà di questa opzione sarà tenuto al versamento del solo contributo fisso a titolo di contributo integrativo sul fatturato (circa 800 euro). L’anzianità utile alla pensione sarà riconosciuta in misura proporzionale a quanto versato nell’anno ma si potranno integrare gli importi dovuti entro i cinque anni successivi e assicurarsi così l’anzianità previdenziale completa.

Come fare la domanda
Per l’anno in corso la deroga deve essere richiesta tramite l’applicativo disponibile nell’area riservata di Inarcassa.it al menù “Agevolazioni – Deroga contributo minimo soggettivo”.

Come fare il versamento
Se l’ammontare del reddito professionale da inserire nella dichiarazione (da presentare entro il 31 ottobre 2015 per il 2014) è inferiore a 15.690 euro (e quindi si ha accesso alla deroga del contributo minimo), viene generato un MAV per un importo pari al 14,5% del reddito dichiarato, da pagare entro il 31 dicembre 2015.
Se il reddito professionale dichiarato è uguale o superiore a € 15.690, verrà generato un MAV con scadenza 31/12/2015 di importo pari al 14,5% del reddito dichiarato, maggiorato degli interessi (BCE+4,50%) sul solo contributo minimo dovuto di 2.275 euro e decorrenti dalle due scadenze ordinarie.

La scadenza per la richiesta di deroga al contributo minimo a Inarcassa va inoltrata entro il 31 maggio, dall’area riservata Inarcassa.it.

Ulteriori informazioni su deroga contributo minimo Inarcassa.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento