Sono 210 i milioni di euro stanziati per la ricostruzione nei Comuni del modenese colpiti dall’alluvione di gennaio 2014 e dalle trombe d’aria che hanno devastato il territorio emiliano in questi mesi. È entrato oggi in vigore il decreto legge 12 maggio 2014, n. 74 recante Misure urgenti in favore delle popolazioni dell’Emilia-Romagna colpite dal terremoto e dai successivi eventi alluvionali verificatisi tra il 17 ed il 19 gennaio 2014.

Il decreto mette sul piatto risorse che potranno essere subito spese nel biennio 2014-2015 a favore dei soggetti privati che hanno subito dei danni. Non solo, il decreto destina contributi anche per interventi urgenti connessi alla messa in sicurezza idraulica e per il ripristino di opere pubbliche.

Possono essere concessi contributi anche per la ripresa delle normali condizioni di vita e di lavoro dei privati cittadini e per la ripresa dell’operatività delle attività economiche.

Relativamente a questo punto, saranno stabiliti i requisiti soggettivi e oggettivi e le modalità di asseverazione dei danni subiti. Per il rimborso di danni modesti saranno previste delle procedure semplificate.

Ricordiamo, infine, che il decreto legge 12 maggio 2014, n. 74  prevede anche la concessione di contributi per il ripristino di opere pubbliche o di interesse pubblico, beni culturali, strutture pubbliche adibite ad attività sociali, socio-sanitarie e socio-educative, sanitarie, ricreative, sportive e religiose, edifici di interesse storico-artistico.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento