inarcassa

Sono arrivate:  la Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti) ha pubblicato le istruzioni per derogare all’obbligo del contributo minimo Inarcassa per un massimo di 5 anni, anche non continuativi, per chi ha redditi inferiori al valore corrispondente al contributo minimo soggettivo.

Già nel 2014, chi prevede di conseguire un reddito professionale inferiore a 15.690 euro, può non versare il contributo minimo Inarcassa (€ 2.275) e pagare il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto entro dicembre 2015, dopo la presentazione della dichiarazione on line.

Il contributo minimo integrativo e il contributo di maternità vanno comunque versati entro i termini previsti: 30 giugno e 30 settembre 2014.

A chi deroga il contributo minimo Inarcassa restano garantiti i servizi di assistenza (maternità, sussidi, indennità temporanea inabilità, mutui, finanziamenti), la possibilità di presentare domanda di riscatto (laurea, servizio militare, periodi di lavoro all’estero) o di ricongiunzione dei periodi assicurativi maturati in altre gestioni previdenziali.

Può richiedere la deroga del contributo minimo Inarcassa anche chi ha in corso la rateizzazione bimestrale dei contributi minimi 2014 ma il piano di rateizzazione decade, le rate già versate vanno in compensazione con il contributo integrativo e il contributo di maternità e l’importo residuo, se dovuto, va corrisposto entro il 30 settembre.

Requisiti per fruire della deroga
– essere iscritto ad Inarcassa al momento della richiesta;
– non essere pensionando o pensionato;
– non usufruire della riduzione per i giovani under 35 anni;
– non aver esercitato la facoltà di deroga già per 5 volte.

La domanda
Per l’anno in corso la deroga del contributo minimo Inarcassa deve essere richiesta entro e non oltre il 31 maggio, on line tramite l’applicativo disponibile nell’area riservata di Inarcassa On Line a questo link.
La domanda può essere annullata entro e non oltre il 30 giugno, sempre dal sito di Inarcassa.

Come fare il versamento
Se l’ammontare del reddito professionale da inserire nella dichiarazione (da presentare entro il 31 ottobre 2015 per il 2014) è inferiore a 15.690 euro, viene generato un MAV per un importo pari al 14,5% del reddito dichiarato, da pagare entro il 31 dicembre 2015.
Se il reddito professionale dichiarato è uguale o superiore a € 15.690, verrà generato un MAV con scadenza 31/12/2015 di importo pari al 14,5% del reddito dichiarato, maggiorato degli interessi (BCE+4,50%) sul solo contributo minimo dovuto di 2.275 euro e decorrenti dalle due scadenze ordinarie.

Contributo minimo Inarcassa, ulteriori informazioni.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento