Dopo sei anni completo restyling per le specifiche tecniche da seguire per la determinazione delle prestazioni energetiche degli edifici e di fondamentale importanza per tutti i tecnici che operano nell’ambito della certificazione energetica.

L’UNI ha infatti annunciato la imminente pubblicazione delle nuove versioni delle specifiche tecniche UNI/TS 11300-1 e UNI/TS 11300-2, relative, rispettivamente, alla determinazione del fabbisogno di energia termica dell’edificio per la climatizzazione estiva ed invernale e alla determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria.

Ricordiamo che le UNI/TS 11300 fornisce una metodologia univoca per il calcolo del fabbisogno di energia degli edifici.

A livello nazionale, pur con alcune limitazioni, le UNI/TS 11300-1 e UNI/TS 11300-2 costituiscono il principale riferimento normativo per la determinazione della prestazione energetica degli edifici e sono espressamente richiamate nei provvedimenti regolamentari che disciplinano la materia.

In accordo con la normativa europea, le UNI/TS 11300 prevedono differenti modalità di applicazione, che consentono di valutare sia gli edifici nuovi che quelli esistenti in relazione a condizioni standard convenzionali di riferimento (asset rating) o in condizioni climatiche e d’esercizio specifiche (tailored rating).

Sulla certificazione energetica e sull’attestato di prestazione energetica degli edifici ricordiamo ai nostri lettori la Guida all’APE, pubblicata su Ediltecnico.it a cura dell’ing. Giovanna de Simone.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

Scrivi un commento