L’8 maggio a Vienna Wienerberger assegnerà il premio internazionale di architettura Brick Award 2014: il laterizio è protagonista della più bella architettura contemporanea.

Il premio internazionale di architettura Wienerberger Brick Award, che viene assegnato ogni due anni, ha l’obiettivo di individuare tra le più innovative costruzioni in laterizio, quelle che permettono di apprezzare la varietà e l’originalità dell’utilizzo di questo materiale in espressioni architettoniche, applicazioni funzionali e soluzioni estetiche destinate a lasciare il segno.

Il prestigioso concorso è giunto alla sesta edizione e festeggia quest’anno il decennale della sua istituzione. Promosso da Wienerberger, il più grande produttore al mondo di laterizi e leader assoluto in Europa nella produzione di tegole in cotto, il premio internazionale Brick Award ha riscontrato anche quest’anno un notevole numero di iscrizioni a testimonianza dell’importanza della manifestazione nel panorama dell’architettura internazionale.

“I progetti pervenuti per il Brick Award di quest’anno, ancora una volta mettono in luce la valenza sostenibile del laterizio come elemento chiave e performante per un’architettura orientata al futuro, all’efficienza energetica e, soprattutto, alla modernità” spiega Heimo Scheuch, CEO di Wienerberger AG.

Critici internazionali di architettura e giornalisti hanno proposto più di 300 progetti, di cui 50 sono stati selezionati per la fase finale. I progetti in concorso provengono da 26 paesi diversi dell’Europa e dell’Asia, dalla Spagna al Bangladesh, dalla Cina alla Svezia, e rappresentano le più varie tipologie costruttive. I partecipanti concorrono all’interno di 5 categorie, e fra i progetti premiati in ciascuna categoria verrà scelto il vincitore del gran premio:
1. edifici unifamiliari;
2. ristrutturazioni di edifici pubblici;
3. nuovi edifici pubblici;
4. interventi nel tessuto urbano;
5. soluzioni speciali in laterizio.

I vincitori di quest’anno sono stati selezionati da una giuria di rinomati esperti, presieduta dall’Arch. Wang Shu (Cina), vincitore del Premio Pritzker, e composta dagli architetti Vera Yanovshtchinsky (Paesi Bassi), Ewa Kurylowicz (Polonia) e Pavol Panák (Slovacchia, vincitore del Wienerberger Brick Award 2012 per la categoria delle ristrutturazioni).

I criteri di valutazione dei progetti riguardano principalmente l’aspetto innovativo dell’edificio, la creatività e la maestria di utilizzo dei laterizi, prendendo in analisi anche i risultati conseguiti dalle singole opere in tema di sostenibilità, funzionalità e efficienza energetica, mentre non costituisce affatto un criterio di selezione l’uso di materiali Wienerberger.

La cerimonia ufficiale di premiazione si terrà a Vienna il prossimo 8 maggio, nella splendida cornice del “Architekturzentrum”.
L’evento è accompagnato dalla presentazione del prestigioso volume “BRICK 14”, pubblicato dalla casa editrice Callwey, in cui sono raccolti e presentati in dettaglio tutti i progetti vincitori e quelli selezionati. Sarà quindi possibile apprezzare la bellezza degli edifici e l’originalità delle soluzioni attraverso meravigliose fotografie e disegni particolareggiati.

“Spesso il laterizio – spiega il presidente della Giuria Wang Shu – viene abbinato immediatamente al concetto di tradizione. Il fascino di questa straordinaria competizione consiste proprio nella valorizzazione di questo materiale in chiave innovativa, immersi nell’originalità con cui i progettisti lo hanno saputo interpretare, dando vita a soluzioni ricche di fantasia, efficaci e tecnicamente ineccepibili”.

www.wienerberger.it
www.porotherm.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento