La progettazione strutturale e la successiva gestione operativa delle costruzioni, trovano con il Building Information Modeling (BIM) strumenti e procedure in grado di renderle entrambe più competitive sia sul piano dei costi sia della qualità.

Il BIM ottimizza tutto il ciclo di vita legato allo sviluppo immobiliare attraverso strumenti di progettazione basati su modelli virtuali 3D che si pongono come la logica evoluzione rispetto all’utilizzo dei metodi tradizionali di disegno.

Va sottolineato che il 15 gennaio scorso la Commissione europea ha approvato la nuova direttiva comunitaria sugli Appalti Pubblici (European Union Public Procurement Directive) che consentirà, una volta recepita dai singoli Paesi della EU (al più tardi entro il 2016), l’utilizzo del BIM per i lavori pubblici così come già avviene in molti Paesi del mondo.

L’adozione della metodologia BIM risulta oggi l’unica scelta possibile per chi vuole invertire la tendenza negativa del mercato: innovare, ridurre i costi e i tempi, incrementando la qualità, diventano attività imprescindibili in un contesto sempre più competitivo e globalizzato.

Per approfondire il tema, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Novara organizza per il prossimo 7 maggio 2014 un seminario tecnico a partecipazione gratuita dal titolo Il BIM: innovazione e qualità nella progettazione strutturale che assegna 3 CFP agli Ingegneri.

Per le modalità di iscrizione al seminario e per il programma completo è possibile consultare la locandina dell’evento a questo link

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

Scrivi un commento