Il Piano Casa delle Regioni italiane si rinnova. Almeno in molte parti del Paese, dove le leggi finanziarie di fine anno hanno prorogato i termini per sfruttare i bonus volumetrici previsti dalle legislazioni locali.

Ma quali sono le nuove scadenze? A venti giorni dalla fine dell’anno, proviamo a fare chiarezza fornendo per ciascuna Regione la “nuova” scadenza del proprio Piano Casa (almeno quando le giunte regionali hanno legiferato in materia).

Per i contenuti sintetici di ciascun Piano Casa, invece, rimandiamo al Dossier Piano Casa e al post con la Mappa e la tabella Regione per Regione.

I Piani Casa scaduti
Iniziamo con le Regioni che non hanno provveduto alla proroga dei rispettivi Piani Casa e nel cui territorio, pertanto, non potrà più essere applicata né l’agevolazione prevista sugli ampliamenti né quella sulla volumetria. Nel merito, stiamo parlando della Lombardia e dell’Emilia-Romagna.

I Piani Casa prorogati nel 2013
Sono ben 11 le Regioni italiane che nel corso del 2013 hanno provveduto a prorogare il proprio Piano Casa. Di seguito l’elenco con le nuove scadenze e le leggi regionali in cui è contenuta la proroga.

1. Veneto, proroga al 10 maggio 2017 (legge regionale 32/2013)

2. Campania, proroga al 10 gennaio 2016 (legge regionale approvata ma non ancora pubblicata)

3. Liguria, proroga al 30 giugno 2015 (legge regionale 40/2013)

4. Molise, proroga al 31 dicembre 2015 (legge regionale 24/2013)

5. Piemonte, proroga al 31 dicembre 2014 (legge regionale 17/2013)

6. Puglia, proroga al 31 dicembre 2014 (legge regionale 26/2013)

7. Marche, proroga al 31 dicembre 2014 (legge regionale 24/2013)

8. Basilicata, proroga al 31 dicembre 2014 (legge regionale 18/2013)

9. Toscana, proroga al 31 dicembre 2014 (legge regionale 77/2013)

10. Provincia autonoma di Trento, proroga al 31 dicembre 2014 (delibera provinciale 2712/2013)

11. Sardegna, proroga al 29 novembre 2014 (legge regionale 28/2013)

Le altre scadenze
Il Piano Casa delle altre Regioni è stato prorogato negli anni scorsi. Di seguito l’elenco delle scadenze e i riferimenti normativi dove si può reperire la decisione della proroga

1. Provincia autonoma di Bolzano, strutturale (legge provinciale 2/2010)

2. Valle d’Aosta, strutturale (legge regionale 18/2011)

3. Lazio, proroga al 31 gennaio 2015 (legge regionale 12/2012)

4. Abruzzo, proroga al 31 dicembre 2014 (legge regionale 49/2012)

5. Calabria, proroga al 31 dicembre 2014 (legge regionale 7/2012)

6. Umbria, proroga al 31 dicembre 2014 (legge regionale 23/2012)

7. Friuli Venezia-Giulia, proroga al 19 novembre 2014 (legge regionale 19/2009)

8. Sicilia, proroga all’8 agosto 2014 (legge regionale 26/2012)

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento