Confermata la data del 24 gennaio come termine per effettuare il pagamento della Mini IMU, vediamo di fornire alcune istruzioni per effettuare correttamente il calcolo dell’importo da versare.

Ricordiamo che sono a tenuti a pagare la Mini IMU tutti i proprietari di prime case ubicate nei Comuni (circa 2.400, un terzo del totale) che hanno deliberato un aumento della aliquota base fissata al 4 per mille.

L’importo della Mini IMU è il 40% della differenza tra l’IMU calcolata con l’aliquota maggiorata del Comune e l’IMU calcolata con l’aliquota base del 4 per mille. Un esempio pratico aiuta a capire la procedura.

Prendiamo come esempio una prima casa ubicata nel Comune di Rimini, classificata in categoria catastale A/3 e una rendita catastale di 690 euro (la rendita catastale si ricava dal contratto di acquisto della casa). Il proprietario non ha figli a carico (in caso di figli a carico, ognuno di essi garantisce un’ulteriore detrazione di 50 euro).

Passaggio 1: calcolo IMU con aliquota comunale

Il primo passaggio necessario è il calcolo della rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicata per il coefficiente proprio delle abitazioni civili (160). Nel nostro esempio, quindi, la rendita catastale rivalutata dell’immobile sarà:

690 + (690 x 0.05) = 724,5 euro

Il valore ottenuto va poi moltiplicato per il coefficiente delle abitazioni che è 160:

724,5 x 160 = 115.920 euro

La rendita rivalutata e moltiplicata con il coefficiente può adesso essere utilizzata per calcolare l’importo dell’IMU prima casa interamente dovuta, utilizzando l’aliquota maggiorata deliberata dal Comune. Nel nostro caso 5 per mille.

115.920 x (0,005) = 579,6 euro

A questo valore va sottratta la detrazione di 200 euro per la prima casa:

579,6 – 200 = 379,6 euro

Passaggio 2: calcolo IMU con aliquota base

Sempre utilizzando la rendita catastale rivalutata e moltiplicata per il coefficiente è ora necessario calcolare l’IMU dell’immobile utilizzando l’aliquota base del 4 per mille:

115.920 x (0,004) = 463,68 euro

A questo valore, come al primo passaggio, va applicata la detrazione di 200 euro per la prima casa:

463,68 – 200 = 263,68 euro

Passaggio 3: calcolo della differenza

A questo punto va eseguita la differenza tra l’IMU calcolata con l’aliquota maggiorata decisa dal Comune e quella che si sarebbe dovuta pagare nel caso fosse rimasta l’aliquota base. Nel nostro esempio:

379,6 – 263,68 euro = 115,92 euro

Passaggio 4: calcolare l’entita’ della Mini IMU

L’entità della Mini IMU da versare entro il 24 gennaio 2014 è pari al 40% della differenza calcolata nel passaggio numero 3, quindi nel nostro esempio:

115,92 x 0.4 = 46,37 euro (Mini IMU da pagare)

Se vuoi approfondire ulteriormente lo scottante tema della Mini IMU, ti consigliamo di leggere anche l’articolo Mini Imu 2014, chi la deve pagare, come si calcola e le info sul saldo, su LeggiOggi.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

3 Commenti

Scrivi un commento