Lo Studio OMA ha completato De Rotterdam. Il nuovo edificio sorge sulla riva sud del fiume Maas a Rotterdam e prende il nome da una nave della compagnia di navigazione Holland America Line, che dal 1873 alla fine del 1970 ha trasportato migliaia di emigranti europei diretti a New York dal molo Wilhelmina.

Accanto a Wilhelmina si trova De Rotterdam.

Il progetto fa parte della riqualificazione del vecchio quartiere portuale accanto al Ponte Erasmus, area un tempo vitale e importante per la città. Un tempo. Poi, lentamente, la città sta riscoprendo la vocazione commerciale di Ponte Erasmus. Per questo è partito il progetto di riqualificazione.

De Rotterdam è una sorta di “città verticale” che si sviluppa all’interno di tre torri alte 150 metri per un totale di 44 piani e uno sviluppo in pianta di circa 100 metri complessivi. I volumi appaiono come scatole impilate l’una sull’altra, sfalsate in direzione orizzontale a circa due terzi della loro altezza e accomunate da un unico basamento utilizzato come vasta area pubblica pedonale. All’interno di questi contenitori si trova un vasto programma funzionale: spazi commerciali, uffici, residenze, hotel, centri congressi, ristoranti e bar, rimandano ad un mix urbano qui riorganizzato verticalmente.

Rem Koolhaas, riguardo alla forma dell’edificio ha dichiarato: “Nonostante le dimensioni e l’apparente solidità, lo sfalsamento dei tre blocchi che compongono l’edificio ha creato un prospetto in continua evoluzione, percepito diversamente da vari punti della città”.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento