I certificati bianchi, o Titoli di Efficienza Energetica (TEE), certifica il risparmio energetico conseguito realizzando specifici interventi. I TEE assicurano un contributo economico e rappresentano quindi un incentivo a ridurre il consumo energetico.

Nel 2013 sono pervenuti all’ENEA circa 6800 progetti relativi ai certificati bianchi e circa 5700 richieste di verifica e certificazione dei risparmi ottenuti. In totale i titoli di efficienza richiesti sono stati circa 4.900.000 TEE. L’ENEA, che dal 2006 ha messo a punto numerose iniziative finalizzate a supportare gli operatori interessati al sistema dei Titoli di Efficienza Energetica, con l’emanazione del decreto del 28 dicembre 2012 ha ulteriormente consolidato tali attività attraverso la realizzazione di un blog dedicato e la pubblicazione di guide operative negli usi finali industriali e terziari, che hanno lo scopo di semplificare le procedure di accesso al meccanismo.

Il raggiungimento degli obiettivi previsti dal Piano d’Azione sull’Efficienza Energetica e le ricadute sul mercato sviluppatesi in seguito alla promulgazione del decreto che ha potenziato il meccanismo dei certificati bianchi, assegnando nuove funzioni a GSE, ENEA, RSE e AEEG, sono state al centro del convegno “Nuovi certificati bianchi: maggiori opportunità per gli operatori”, tenutosi a Roma.

Le attività svolte dall’ENEA hanno consentito al meccanismo dei certificati bianchi di allargare le aree di intervento e di raggiungere nuovi segmenti di usi finali. Oltre all’attività istruttoria e a quella informativa, l’ENEA svolge azione di supporto per il Ministero dello Sviluppo Economico nella definizione delle nuove linee guida e nella messa a punto di un programma generale finalizzato a promuovere il meccanismo dei certificati bianchi e coopererà in una serie di attività ispettive per conto del GSE.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento