Per i lettori di Ediltecnico.it presentiamo il testo dello schema di Decreto Destinazione Italia, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 13 dicembre e che presto approderà in Gazzetta Ufficiale.

Scarica il testo del Decreto Destinazione Italia (versione approvata dal Consiglio dei Ministri il 13 dicembre 2013).

Il decreto legge è un dispositivo normativo omnibus che contiene svariate misure per lo sviluppo economico e per l’avvio del Piano c.d. Destinazione Italia.

Tra i contenuti del Decreto Destinazione Italia segnaliamo:

1. L’introduzione di un sistema incentivante opzionale offerto ai produttori di energia elettrica rinnovabile.

2. Misure di riqualificazione produttiva di aree di crisi industriale e fondo di investimento nel capitale di rischio delle PMI.

3. Interventi per la realizzazione delle bonifiche dei siti di interesse nazionale.

4. Misure per favorire l’internazionalizzazione delle imprese ed in materia di facilitazione dell’ingresso e del soggiorno in Italia per start‐up innovative, ricerca e studio.

5. Disposizioni urgenti per EXPO 2015 e per le opere pubbliche.

Relativamente al punto 1 del Decreto Destinazione Italia, gli interventi riguardano in particolare la componente (denominata A3) posta a copertura degli oneri di sistema relativi agli incentivi erogati alla produzione di energia elettrica rinnovabile: gli oneri di sistema rappresentano attualmente circa il 20% della bolletta elettrica di una famiglia-tipo e la componente A3 pesa per il 90,6%, ossia costituisce la quasi totalità.

La crescita esponenziale della componente A3 avvenuta in pochi anni è stata raffreddata con la riforma degli incentivi alle rinnovabili elettriche (avvenuta nel 2012) e con la fine del sistema di sostegno al fotovoltaico, noto come Conto Energia (sempre 2012). Tuttavia, rimane la difficoltà di gestire una spesa elevatissima, che ammonta oggi a 11,2 miliardi/anno

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

Scrivi un commento