Quale è la situazione relativa al recepimento delle norme sulla certificazione energetica a livello regionale? In quali casi e per quali edifici è obbligatorio eseguire l’Attestato di Prestazione Energetica (il c.d. APE)?

A questa e a molte altre domande risponde il consueto Rapporto 2013 sulla Certificazione Energetica in Italia, di cui ha parlato recentemente il nostro ing. Enrico Ninarello (leggi Certificazione Energetica, pubblicato il Rapporto 2013).

In questo post presentiamo un utilissimo prospetto nel quale si fotografa la situazione del recepimento della certificazione energetica in tutte le Regioni d’Italia.

Abruzzo

In Abruzzo non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali e l’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Basilicata

In Basilicata non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali e l’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Bolzano

Nella Provincia autonoma di Bolzano la certificazione energetica degli edifici è stata recepita con apposita legge provinciale autonoma (vedi appendice).

L’obbligo dell’APE (prima ACE) vige dal 29 settembre 2004 per gli edifici di nuova costruzione e dal 26 giugno 2009 per la compravendita e la locazione di unità immobiliari.

Calabria

In Calabria non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali e l’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Campania

In Campania non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali e l’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna la certificazione energetica degli edifici è stata recepita con apposita legge regionale (vedi appendice).

L’obbligo dell’Attestato di Prestazione Energetica (prima ACE) vige dal 1° luglio 2008 per gli edifici interi, dal 1° luglio 2009 per la compravendita delle unità immobiliari e dal 1° luglio 2010 per le locazioni.

Friuli-Venezia Giulia

In Friuli-Venezia Giulia la certificazione energetica degli edifici è stata recepita con apposita legge regionale (vedi appendice), ma segue le disposizioni della normativa nazionale. Dal 31 ottobre 2011 è richiesto il Certificato Energetico/Ambientale (VEA) in sostituzione dell’ACE per le nuove costruzioni, per le ristrutturazioni edilizie e per l’ampliamento (destinazioni d’uso uffici e residenziale).

Lazio

Nel Lazio non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali e l’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Dal 1° luglio 2009 vige l’obbligo dell’Attestato di Prestazione Energetica per la compravendita di unità immobiliari.

Liguria

In Liguria la certificazione energetica degli edifici è stata recepita con apposita legge regionale (vedi appendice).

Dal 6 luglio 2007 è obbligatorio l’APE per edifici di nuova costruzione, edifici oggetto di ristrutturazione integrale con superficie utile superiore a 1.000 m2.

Dall’8 maggio 2009 per la compravendita di unità immobiliari e per la locazione di unità immobiliari.

Dal 30 luglio 2012 c’è obbligo di Attestato di Prestazione Energetica per edifici oggetto di demolizione e ricostruzione, ristrutturazione integrale, ampliamento volumetrico superiore al 20% dell’edifico esistente, qualora risulti un aumento di superficie utile superiore a 15 m2; mentre dal 30 luglio 2012 per edifici occupati da enti pubblici e abitualmente frequentati dal pubblico aventi una metratura utile totale di oltre 500 m2.

Sempre dal 30 luglio 2012 per edifici resi disponibili per la locazione o per la vendita e dal 9 luglio 2015 sarà obbligatorio per edifici occupati da enti pubblici e abitualmente frequentati dal pubblico aventi una metratura utile totale di oltre 250 m2.

Lombardia

In Lombardia la certificazione energetica degli edifici è stata recepita con una legge regionale autonoma, ma non è ancora stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali.

Dal 1° settembre 2007 vige obbligo di APE (ACE) per interventi di nuova costruzione, demolizione e ricostruzione in ristrutturazione, ristrutturazione edilizia (sempreché coinvolga più del 25% della superficie disperdente), ampliamento volumetrico (sempreché sia superiore al 20% dell’esistente) e recupero di sottotetti a fini abitativi; per il trasferimento a titolo oneroso dell’intero edificio e per accedere agli incentivi e alle agevolazioni di qualsiasi natura.

Dal 1° gennaio 2008 è obbligatorio l’Attestato di Prestazione Energetica nel caso di contratti Servizio Energia e Servizio Energia “Plus”, nuovi o rinnovati; mentre dal 15 gennaio 2009 per tutti gli interventi di nuova installazione o ristrutturazione di impianti termici, e nei casi di sostituzione di generatore di calore con potenza superiore ai 100 kW e per tutti i contratti, nuovi o rinnovati, relativi alla gestione degli impianti termici di climatizzazione degli edifici pubblici o nei quali figura comunque come committente un Soggetto pubblico.

Dal 1° luglio 2009 nel caso di trasferimento a titolo oneroso delle singole unità immobiliari; mentre dal 1° luglio 2010 nel caso di contratti di locazione, locazione finanziaria e di affitto di azienda, con esclusione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

Per edifici di proprietà pubblica o adibiti ad uso pubblico la cui superficie utile sia superiore a 1.000 m2 l’obbligo vi è dal 1° settembre 2007 ed entro il 1° luglio 2011.

Dal 1° gennaio 2012 per la pubblicazione di annunci commerciali finalizzati alla vendita o alla locazione di edifici (sono fatti salvi gli annunci pubblicati su spazi commerciali acquistati prima di tale data, fino alla scadenza del contratto medesimo).

Marche

Nelle Marche non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali e l’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Molise

In Molise la certificazione energetica degli edifici non è stata ancora recepita e non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali. L’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Piemonte

In Piemonte la certificazione energetica degli edifici è stata recepita con apposita legge regionale (vedi appendice).

A partire dal 1° ottobre 2010 vige l’obbligo di APE per la nuova costruzione, ristrutturazione, compravendita e locazione di edifici o singole unità immobiliari.

Puglia

In Puglia è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali sulla certificazione energetica e dal 10 febbraio 2010 vige l’obbligatorietà dell’Attestato di Prestazione Energetica sia per le compravendite sia per le ristrutturazioni.

Sardegna

In Sardegna la certificazione energetica degli edifici non è stata ancora recepita e non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali. L’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Dal 1° luglio 2007 c’è obbligo di APE per la compravendita e per la locazione di unità immobiliari.

Sicilia

In Sicilia è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali. C’è obbligo di APE dal 1° luglio 2007 per la compravendita di unità immobiliari, mentre per le locazioni e gli annunci immobiliari si fa riferimento a quanto previsto dalla normativa nazionale.

Toscana

In Toscana la certificazione energetica degli edifici è stata recepita con una legge regionale autonoma ed è stato emanato un regolamento per l’attuazione delle linee guida nazionali.

Vige l’obbligatorietà dell’APE per gli edifici interi e per la compravendita e la locazione di unità immobiliari dal 18 marzo 2010.

Trento

Nella Provincia autonoma di Trento è stata recepita la certificazione energetica degli edifici con una legge provinciale autonoma.

L’obbligatorietà dell’Attestato di Prestazione Energetica vige dal 14 luglio 2010 per edifici di nuova costruzione; sostituzione edilizia; demolizione e ricostruzione; ampliamenti dei volumi superiori del 20% del volume esistente, limitatamente al volume nuovo; ristrutturazione dell’intero edificio.

Dal 4 aprile 2012 nei casi previsti dalla normativa statale relativamente ai trasferimenti a titolo oneroso e alle locazioni di interi immobili o di singole unità immobiliari, per i quali è prevista la redazione dell’APE, il medesimo deve essere redatto secondo i criteri e le modalità previste dalla normativa provinciale.

Umbria

In Umbria non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali e l’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Valle d’Aosta

In Valle d’Aosta la certificazione energetica degli edifici è stata recepita con specifica legge regionale.

L’obbligo di APE vige dal 23 luglio 2008 per gli edifici di nuova costruzione, interessati da totale demolizione e ricostruzione o sottoposti a ristrutturazione edilizia ai sensi della LR 11/1998, trasferimenti di proprietà a titolo oneroso di intero edificio o singole unità immobiliari. Specifiche ulteriori contenute nell’allegato D della DGR 1062/2011.

Veneto

In Veneto non è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali e l’obbligatorietà dell’APE segue le disposizioni della normativa nazionale.

Appendice

Qui di seguito sono riportati i prospetti con il Quadro legislativo regionale e delle Province autonome in tema di certificazione energetica degli edifici e quello con il Quadro legislativo regionale e delle Province autonome in tema di efficienza energetica degli edifici, entrambi tratti dal Rapporto 2013 sulla Certificazione Energetica.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

2 Commenti

  1. Cosa significa? E’ obbligatorio o no?
    Sicilia
    In Sicilia è stato emanato un regolamento regionale per l’attuazione delle linee guida nazionali. C’è obbligo di APE dal 1° luglio 2007 per la compravendita di unità immobiliari, mentre per le locazioni e gli annunci immobiliari si fa riferimento a quanto previsto dalla normativa nazionale.

Scrivi un commento