Il POS obbligatorio per i Professionisti, stando a quello che sappiamo oggi, si farà. È possibile che venga introdotto un emendamento alla Legge di Stabilità che potrebbe abolire l’obbligo, ma non abbiamo alcuna certezza in merito.

Sulla questione POS si sono espressi con particolare piglio critico gli Architetti, non solo il Consiglio Nazionale, ma anche Federarchitetti, che ha minacciato lo sciopero (POS obbligatorio per Professionisti: Federarchitetti minaccia lo sciopero).

Ora arrivano chiarimenti dalla Banca d’Italia. In soldoni, la Banca d’Italia dice: non è obbligatorio che il cliente paghi con carta di credito o bancomat, perché può scegliere di fare anche un bonifico; ma, nel caso in cui il cliente voglia pagare con bancomat o carta di credito, il professionista deve avere tutti i mezzi necessari ad accettare tale pagamento. Quindi, per far fronte all’eventualità, che può presentarsi da un momento all’altro, il professionista ha l’obbligo di avere il POS.

Quindi cambia poco. L’obbligo per i Professionisti rimane.

La Banca d’Italia aggiunge che si possono utilizzare anche i più recenti sistemi di pagamento tramite carta di credito, vale a dire quelli via internet, tramite smartphone o tablet.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento