L’articolo 92 del d.lgs. 81/2008 (Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro) prevede al comma 1, lettera a) che il coordinatore per l’esecuzione dei lavori provveda a verificare “con opportune azioni di coordinamento e controllo, l’applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e coordinamento”.

Quanto prescritto dall’articolo citato implica alcune specifiche mansioni che devono essere assolte dal coordinatore per l’esecuzione dei lavori e delle conseguenti responsabilità; si tratta, in questo senso di dare corso ad una serie di azioni che prevedono:

– la completa e continua conoscenza di quello che avviene in cantiere in materia di sicurezza, tutela della salute e provvedimenti conseguenti;

– la verifica della rispondenza di quanto realmente in corso nel cantiere rispetto alle misure previste dal piano di sicurezza e coordinamento;

– svolgimento di periodiche riunioni di coordinamento (delle quali redigere dettagliati verbali) con i soggetti preposti all’organizzazione dei lavori e con specifiche responsabilità in merito alla prevenzione della salute e della sicurezza;

– una continua attività di sorveglianza sulla effettiva attuazione delle prescrizioni contenute nel piano di sicurezza e coordinamento o impartite direttamente dal coordinatore per l’esecuzione dei lavori;

– una attività di costante monitoraggio sulla effettiva efficacia delle misure previste includendo anche la valutazione e l’eventuale integrazione con misure aggiuntive ritenute necessarie in relazione a specifiche lavorazioni o situazioni operative.

Tutto questo porta ad alcuni elementi di sintesi che devono essere ben presenti nello svolgimento dell’attività di coordinatore per l’esecuzione dei lavori:

– analisi approfondita del piano di sicurezza e coordinamento prima dell’inizio dei lavori – verifica del piano operativo della sicurezza presentato dall’impresa esecutrice;

– efficacia delle misure adottate e del controllo sulla loro applicazione;

– chiarezza e tempestività delle istruzioni fornite.

Lo strumento che risponde e attua soprattutto questo ultimo punto è costituito dalle riunioni di coordinamento che periodicamente il coordinatore per l’esecuzione dei lavori svolge con i soggetti destinatari della responsabilità sulla sicurezza e i cui contenuti sono riportati nel verbale di coordinamento.

Scarica il Fac-simile di Verbale di coordinamento in formato PDF

Scarica il Fac-simile di Verbale di coordinamento in formato DOC (file .zip)

Provincia di………. Comune di………. Lavori di……….
VERBALE DI COORDINAMENTO
art. 92, d.lgs. 81/2008
Data ………. N. Ordine ……….
LAVORI DI………………LOCALITA’………………CONTRATTO N.

………………

IMPORTO LAVORI IN APPALTO

………………

IMPRESA AGGIUDICATATRIA

………………

DIRETTORE DEI LAVORI

………………

COORDINATORE PER L’ESECUZIONE DEI LAVORI ………………

 

L’anno duemila …………… il giorno …………… (…) del mese di ……………

Il sottoscritto …………… in qualità di coordinatore per l’esecuzione dei lavori, previo adeguato preavviso trasmesso a mezzo ……………… con la convocazione per la data odierna, presenti:

………………….. per l’Esecutore dei lavori in qualità di …………………….

……………………per la Stazione appaltante in qualità di ………………….

……………………per ………………………… in qualità di ………………….

VISTI

– gli articoli 92 e 100 del d.lgs. 81/2008 smi;

–  il piano di sicurezza e coordinamento redatto da …………………..

– il piano operativo per la sicurezza redatto da …………………..

– quanto emerso dalla riunione di coordinamento tenuta in data ………. ore ………………… con i soggetti indicati in premessa,

CONSIDERATI

I seguenti elementi emersi nella visita svolta in data ……………………. e relativi a:

  • mancato completamento di ………………………….
  • non adeguata protezione di …………………
  • presenza in cantiere di manodopera sprovvista dei dispositivi di protezione individuale relativamente a caschi, cinture di sicurezza ……………
  • effettuazione delle lavorazioni di ………………….. senza applicazioni delle richieste precauzioni indicate dal piano di sicurezza e coordinamento riportate al capitolo ………… punto …………….
  • posizionamento non adeguato di materiale infiammabile nei pressi di ……………. anziché, come previsto, nel deposito …………………

 

SONO STATE ESAMINATE

nel corso della riunione le problematiche relative ai vari punti emersi dalla richiamata visita in cantiere effettuata in data ………………… e sono state concordate le seguenti azioni:

  • ………………………………….
  • …………………………………
  • ………………………………….

che verranno poste in essere istantaneamente oltre alle seguenti misure:

  • …………………………………

che verranno poste in essere nel termine di ………giorni dal presente verbale da parte di …………………………….

 

Il coordinatore per l’esecuzione dei lavori ha poi fornito ogni chiarimento in merito alle problematiche riguardanti i rischi che le fasi lavorative indicate possono comportare con particolare riferimento alle eventuali interferenze tra attività e lavorazioni che potranno svolgersi contemporaneamente.

Per le successive lavorazioni previste dal cronoprogramma delle opere e che dovranno essere eseguite nei prossimi giorni, il coordinatore dell’esecuzione dei lavori ha disposto che:

  • ……………………………….

I lavori indicati dovranno essere svolti con particolare attenzione specialmente nelle aree …………. dove sono possibili delle sovrapposizioni e interferenze che potrebbero costituire elementi di pericolosità a seguito della presenza di …………………………………………..

Qualora, nel procedere dei lavori, dovessero modificarsi le condizioni di lavoro o le sequenze di attività, sarà cura di ciascuna ditta contattare il coordinatore in fase di esecuzione mettendolo al corrente delle nuove problematiche rispetto alle quali il coordinatore provvederà ad aggiornare adeguatamente il piano di sicurezza e ripromuovere il coordinamento al fine dell’eliminazione dei rischi che tale nuove situazioni potrebbero comportare.

La riunione di coordinamento si conclude alle ore ………………………..

Con la firma riportata in calce ciascuno degli intervenuti attesta:

– di aver preso atto delle dettagliate informazioni ricevute sui rischi specifici esistenti nelle aree di cantiere in cui l’impresa che rappresentano è chiamata ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza da adottarsi in relazione all’attività di cantiere;

– l’avvenuto coordinamento delle misure di prevenzione e protezione dai rischi sul lavoro incidenti sull’attività lavorativa oggetto del cantiere;

– che rimane a carico di ogni impresa la valutazione e l’adozione di idonee misure di prevenzione inerenti i rischi propri dell’attività, della formazione dei lavoratori e del rispetto delle norme di sicurezza da parte degli stessi;

– di provvedere, nei tempi indicati dal presente verbale, ad effettuare tutti gli adeguamenti e interventi richiesti dal coordinatore.

Del che si è redatto il presente verbale in doppio originale, che previa lettura e conferma viene sottoscritto come appresso.

Un esemplare del presente atto viene consegnato a ………………………. e dovrà essere depositato in cantiere e custodito unitamente a tutti i documenti relativi alle misure di prevenzione e tutela della sicurezza e salute prescritte per i lavori in corso di esecuzione.

….. li …..

Il coordinatore per l’esecuzione dei lavori

……….

 

Visto

Il responsabile dei lavori

……….

 

Impresa
………..

Come emerge con chiarezza nell’ambito dell’attività che deve essere svolta dal coordinatore per l’esecuzione dei lavori, le riunioni di coordinamento rivestono un’importanza centrale, non soltanto riguardo l’attribuzione di responsabilità per eventuali difformità normative (possibili sanzioni) o non auspicabili incidenti, ma diventano il momento di verifica effettiva e controllo della situazione di cantiere che può essere accertata solo con una presenza continua ed efficace (fare verbali e impartire istruzioni scritte) e una continua interlocuzione delle parti.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento