Acquistare una casa non è mai un affare di poco conto: sia per una questione squisitamente economica di costi, sia per il carico emotivo legato alla realizzazione di quello che per molti è un sogno e un obiettivo della vita.

Spesso, però, non ci si interroga a sufficienza su questioni tecniche che vanno di pari passo con quelle economiche e finanziarie. A partire dal progetto, la consapevolezza di avere impianti a norma con le disposizioni di legge relative alla sicurezza antincendio e all’efficienza energetica, solo per fare alcuni esempi, dovrebbe rappresentare un elemento di approfondita analisi da parte di qualsiasi acquirente.

Non di rado, infatti, chi decide di acquistare casa si rivolge a un tecnico di fiducia che lo possa affiancare durante le fasi di costruzione dell’immobile e del successivo acquisto per avere consigli e raccomandazioni vitali per la buona riuscita dell’operazione.

Per dare risposte certe alla richiesta di qualità, comfort, sicurezza e risparmio energetico del proprio immobile ma anche per fornire una “mappa” strutturata e di consultazione per professionisti e imprese del settore, ci ha pensato l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Verona che, con il patrocinio del Comune scaligero, della Provincia e della Regione Veneto, ha realizzato il vademecum L’acquisto Certificato di un Immobile, liberamente scaricabile online.

“La complessità dell’involucro edilizio è cresciuto enormemente in questi ultimi anni”, ha detto il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Verona, Ilaria Segala, durante la presentazione ufficiale del vademecum, avvenuta ieri nella sede dell’Ordine di Verona, nell’ambito del convegno L’immobile certificato: più valore e sicurezza alla tua casa, primo appuntamento della rassegna Open3. Ingegneri aperti alla città, il calendario di eventi culturali promosso dagli Ingegneri di Verona e aperto a tutta la cittadinanza.

La struttura del vademecum L’Acquisto Certificato di un Immobile
Otto le sezioni che compongono le 100 pagine della Guida: dalla spiegazione delle autorizzazioni, progetti e ruoli – dal certificato di agibilità, alla dichiarazione di conformità, al certificato di collaudo, con l’introduzione al ruolo e alla figura del direttori dei lavori – alla voce su impianti termici ed efficienza energetica degli edifici, passando attraverso la trattazione sulle “strutture” e la realizzazione di un edificio nel rispetto delle norme antisismiche. Quindi il tema degli impianti elettrici con la descrizione degli interventi di manutenzione; la necessità di una progettazione acustica che si accompagni a quella architettonica; un aggiornamento normativo sulla prevenzione incendi e sulla licenza e manutenzione degli ascensori. Largo spazio è stato dato al tema della sicurezza in edilizia, sia nella realizzazione delle opere, sia nella manutenzione.

“L’immobile sta diventando sempre di più un contenitore di tecnologie complesse – spiega Andrea Falsirollo, della Commissione Rapporti Enti Pubblici dell’Ordine Ingegneri di Verona e responsabile del progetto – che richiede una professionalità specifica ma in grado, al contempo, di fare sintesi delle molteplici competenze che intervengono nella fase di progettazione e costruzione di un edificio o di una ristrutturazione. Conformità alle norme, affidabilità e durata nel tempo, efficienza, sicurezza, risparmio nella gestione e nella manutenzione, comfort: sono i risultati di un progetto certificato che deve soddisfare il cliente finale”.

Scarica gratuitamente il vademecum L’Acquisto Certificato di un Immobile

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento