È stato firmato dal  ministro dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca, Maria Chiara Carrozza, il decreto che assegna alle Regioni  150 milioni previsti dal Dl del Fare per interventi urgenti di edilizia scolastica per la riqualificazione e la messa in sicurezza delle scuole statali. Gli interventi saranno in particolare destinati alle scuole in cui è presente l’amianto.

Sono state 3.302 le richieste pervenute alle Regioni da parte di comuni e province, 692 gli interventi individuati, di cui 202 proprio per la bonifica delle strutture dall’amianto.  A seguito della sospensione  della graduatoria regionale, predisposta dal TAR di Lecce, le risorse relative agli enti locali di questa regione saranno assegnate con successivo provvedimento.

Gli enti locali beneficiari dei finanziamenti sono autorizzati ad avviare le procedure di gara per l’affidamento dei lavori che andranno aggiudicati entro il 28 febbraio 2014, pena la revoca delle risorse stanziate. Per rendere più rapide le procedure di realizzazione degli interventi, Sindaci e i Presidenti di Provincia operano come commissari straordinari, con poteri derogatori  definiti  attraverso un DPCM di prossima emanazione.

Ecco una ripartizione delle quote maggiori: Campania (18 milioni), Sicilia (16 milioni), Lombardia (15 milioni), Lazio (14 milioni), Calabria (13 milioni), Puglia (12 milioni), Toscana e Veneto (10 milioni ciascuna).

Nel triennio 2014/2016 altri 300 milioni di euro saranno destinati tramite l’Inail all’edilizia scolastica.

Ricordiamo che il Senato ha già definitivamente approvato (pubblicato in Gazzetta) il Decreto Istruzione, che consente alle Regioni di contrarre mutui trentennali a tassi agevolati per l’adeguamento antisismico e la prevenzione incendi negli edifici scolastici. Leggi anche DL Istruzione convertito in Legge: OK ai finanziamenti per Antisismica e Antincendio nelle Scuole.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento