La Legge di Stabilità 2014 vale più di 11 miliardi di euro e porta con sé la proroga al 31 dicembre 2014 della Detrazione 50% sulle ristrutturazioni edilizie e della Detrazione 65% sulla riqualificazione energetica del costruito. Ma non ci sono solo buone notizie. Come abbiamo visto nei giorni scorsi, è scomparso il fondo Irap per i Professionisti che non hanno dipendenti, previsto dalla Finanziaria Monti per il 2013.

Ecco il testo della Legge di Stabilità presentata al Senato. Oggi inizia l’esame.

Gli interventi delineati nella Legge di Stabilità riguardano anche 2015 e 2016 (e si parla di 26 miliardi in tutto per tre anni).

Entrando nel dettaglio, vediamo di capire come evolveranno le agevolazioni di cui sopra sia l’anno prossimo sia per gli anni successivi: Proroga 2014 Detrazione 50% e 65%: ecco come cambieranno i Bonus.

Inoltre, è importante ricordare la TRISE, suddivisa in TARI e TASI, che non sono due nuove malattie ma formano insieme la nuova imposta che riformerà la tassazione immobiliare e assorbirà l’IMU e la TARES. Leggi Legge di Stabilità: arriva la TRISE, prima scadenza il 16 gennaio.

Casa e rifiuti sono le due anime della nuova TRISE che si compone di due sfere distinte acronomi di tariffa sui rifiuti (TARI) e tassa sui servizi indivisibili (TASI). Il 16 gennaio la prima rata.
Difficile attendersi altre novità fiscali sulla casa: la TRISE pare intoccabile e il decreto di abolizione dell’Imu è ormai giunto a destinazione (manca solo il Senato per convertirlo in legge).

In generale, la Legge di Stabilità ha ricevuto molte critiche, in particolare dai sindacati, che hanno già minacciato lo sciopero generale dei dipendenti statali se le norme su blocco dei contratti e stop al turnover non cambieranno.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento