In Italia la certificazione energetica è stata introdotta a pieno titolo nel 2005 con la pubblicazione del decreto legislativo n.19 agosto 2005, n. 192 (Gazzetta Ufficiale n. 222 del 23 settembre 2005 – Suppl. Ordinario n. 158 ), per adempiere agli obblighi della Comunità europea e recepire la direttiva 2002/91/CE.

A seguito della pubblicazione della più recente direttiva europea 2010/31/UE e delle procedure di infrazione avviate dalla Commissione europea nei confronti dell’Italia per mancato o non corretto recepimento di varie disposizioni presenti nelle direttive, nel corso degli anni il decreto 192/2005 ha subito numerose modifiche ed integrazioni.

Tali revisioni, unite alla lenta pubblicazione dei decreti  attuativi (a loro volta modificati nel tempo), hanno creato confusione ed incertezze per i tecnici operanti nel settore. Le ultime modifiche sono state apportate con il decreto legge n. 63, del 4 giugno 2013, convertito in legge e modificato a sua volta a soli 2 mesi di distanza dalla sua pubblicazione, il 3 agosto 2013 (legge n.90 –  Gazzetta Ufficiale 3 agosto 2013, n. 181).

A brevissimo sarà disponibile in libreria e già disponibile sul sito Maggioli Editore il manuale dedicato interamente all’Attestato di Prestazione Energetica.

Scopo di questo testo è chiarire al lettore, da un punto di vista pratico, gli obblighi e le disposizioni oggi in vigore:

1. cos’è l’APE (attestato di prestazione energetica) e a cosa serve?

2. quali sono le differenze tra l’APE e il vecchio ACE (attestato di certificazione energetica)?

3. quando è obbligatorio redigere l’Attestato di Prestazione Energetica (APE)?

4. Quali obblighi ha il proprietario o il locatore di un’abitazione? E cosa rischia se l’attestato non è allegato al contratto di vendita o di nuova locazione?

5. Qual è la validità dei nuovi APE e quale quella dei vecchi ACE?

6. Un ACE rilasciato prima del 6 giugno 2013 può essere allegato ad un contratto di vendita/locazione?

7. Quali parametri energetici deve riportare l’annuncio di offerta di vendita o locazione di un’abitazione? E a quali sanzioni va in contro il responsabile dell’annuncio?

8. È necessario allegare all’Attestato di Prestazione Energetica anche i libretti di impianto?

9. Chi può redigere un APE? In quali casi è obbligatorio seguire un corso di formazione?

10. Cos’è l’AQE (attestato di qualificazione energetica)? In quali casi l’AQE può sostituire l’APE?

11. Quali sono le metodologie di calcolo da adottare per la redazione di un Attestato di Prestazione Energetica?

12. In quali regioni si applica la normativa nazionale? A chi va inviata la documentazione redatta ed entro quali tempistiche?

Un vademecum per il tecnico operante nel settore della certificazione energetica che, partendo dall’evoluzione legislativa nazionale, risponde alle domande più pratiche e diffuse sul tema.

Tutto ciò che è necessario e sufficiente sapere, da un punto di vista legislativo, per redigere un attestato di prestazione/qualificazione energetica (APE/AQE), lasciando riferimenti e spunti di riflessione ai lettori interessati ad approfondire ulteriormente le tematiche trattate nel testo.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento