Si aprono domani i cancelli di Fiera Bologna per l’edizione numero 49 del SAIE 2013, il Salone internazionale dell’industrializzazione edilizia. Tre i temi portanti della manifestazione: lo sviluppo del BIM (Building Information Modeling), le Smart City e il Better Building, quest’ultimo oggetto di una recente intervista rilasciata al sito Ingegneri.cc dal direttore tecnico del SAIE (leggi Andrea Dari, direttore tecnico SAIE 2013, per superare la crisi ci vuole una rivoluzione copernicana).

Particolarmente ricco e interessante, quest’anno, il programma di convegni e incontri tecnici che per la prima volta nella storia del SAIE sono stati coordinati tutti dall’organizzazione della manifestazione per evitare sovrapposizioni e duplicati inutili.

Particolarmente utile, in questo senso, è il PDF di riepilogo con tutti i seminari, i convegni e i workshop in programma da domani fino a sabato 19 ottobre.

Tutto sul BIM
Un programma intenso, con i migliori esperti italiani e alcuni dei più importanti esperti internazionali, per approfondire il BIM – il Building Information Modeling – sotto tutti gli aspetti: da un punto di vista normativo, per capire che effetto avrebbe nella gestione degli appalti, da un punto di vista della didattica universitaria, per capire come potrà essere diffuso, e poi 5 eventi per i professionisti su interoperabilità di Architettura, Ingegneria, Energetica, Sensoristica.

Su questo tema verrà in Italia a parlarne il prof. Vladimi Bazjanac (Senior Researcher at Lawrence Berkeley National Laboratories, University of California – Berkeley & Stanford PHD Board of teachers) uno dei guru mondiali del settore

In molti Paesi il mercato si è rapidamente orientato verso l’adozione generalizzata dell’approccio BIM. In Italia l’approfondimento e la sperimentazione applicativa delle tecnologia di progettazione BIM opera già da alcuni anni presso il Politecnico di Milano, grazie al Capitolo Italiano di I.A.I – BuildingSMART International (leggi anche su Ingegneri.cc l’intervista a Graziano Lento di Autodesk: O sei BIM o sei fuori … dal mercato!).

Smart City: un futuro non troppo lontano§
Il terzo tema caldo del SAIE 2013 sarà quello che animerà il dibattito sullo sviluppo delle Smart City, le città intelligenti del futuro strettamente correlato al Better Building.

“Le nostre città storiche hanno un bisogno profondo di riqualificazione del patrimonio immobiliare e di curare la qualità delle nuove costruzioni”, ha recentemente dichiarato al sito Architetti.com il direttore tecnico del Salone Smart City, Claudio Forghieri. “I visitatori del SAIE 2013, oltre a fruire dell’ampia zona espositiva che presenta le migliori soluzioni sul mercato, potranno partecipare in ciascuna delle tre giornate dell’evento alle sessioni speciali congiunte, che affrontano i temi della Smart City e dell’edilizia con un approccio trasversale e di ampio respiro” (leggi l’intervista integrale a Claudio Forghieri sul sito Architetti.com).

Di Mauro Ferrarini

 

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento