Eccoci arrivati al nuovo, ultimo (per ora) capitolo sul POS obbligatorio per i Professionisti: Federarchitetti ha ufficialmente chiesto, tramite una lettera, al Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Economia e delle Finanze e al Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, la cancellazione della norma che prevede l’obbligo dell’utilizzo di carte di debito per le prestazioni professionali.

Ricapitolando, la legge 221/2012 stabilisce che a partire dal 1° gennaio 2014 i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi anche professionali devono accettare pagamenti effettuati con carte di debito (bancomat), utilizzando il POS accreditando l’importo direttamente in conto corrente, senza utilizzare denaro in contanti. Oltre al bancomat, se l’onere a carico dei professionisti non supera quello di quest’ultimo, i professionisti dovranno accettare anche le carte di credito e le carte prepagate.

Le motivazioni della richiesta di Federarchitetti sono semplici e chiare:
– la norma, voluta per combattere l’evasione fiscale, comporta per il professionista, l’obbligo di dotarsi del POS, ma i pagamenti tramite carte di debito non costituiscono un rimedio efficace contro la presunta evasione fiscale dei liberi professionisti, né impediscono l’utilizzo di sistemi di pagamento non tracciabili;
– per gli architetti e gli ingegneri liberi professionisti il costo del POS, 250/350 €uro all’anno, oltre le commissioni sul transato (2% circa), si aggiunge ai recenti nuovi costi (contributi minimi Inarcassa, Assicurazione obbligatoria, formazione continua) e renderebbe sempre più difficile la sostenibilità della professione;
– non sono ancora stati pubblicati i decreti interministeriali che avrebbero dovuto stabilire gli eventuali importi minimi, le modalità e i termini, anche in relazione ai soggetti interessati, di attuazione della disposizione della norma;
– i corrispettivi per le attività professionali sono quasi sempre superiori ai massimali dei più comuni bancomat.

Leggi la lettera di Federarchitetti sul POS obbligatorio per i professionisti.

Se vuoi ripercorre la vicenda, e leggere le proteste e le posizioni di Architetti e Ingegneri sul POS obbligatorio clicca qui.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento