Il 9 settembre il Consiglio provinciale di Bolzano ha approvato la modifica dei criteri relativi alla certificazione energetica: verrà istituita una nuova Classe energetica, la CasaClima R, specifica per i risanamenti energetici di vecchi edifici. La nuova categoria verrà introdotta nel più breve tempo possibile, quando saranno pronte le linee guida per l’applicazione.

Cosa cambia?
Sino a oggi il bonus cubatura veniva concesso solo se dopo i lavori si raggiungeva la classe CasaClima C. Ma per alcuni edifici, soprattutto quelli più vecchi, questo avrebbe comportato degli interventi troppo invasivi. Per contribuire anche a preservare il pregio architettonico e artistico delle costruzioni storiche, il bonus verrà concesso anche a chi dimostrerà di aver fatto tutto il possibile, dal punto di vista tecnico, per ridurre al massimo il consumo energetico.

Per quanto riguarda il risanamento degli edifici nei centri storici, la Provincia anticiperà il bonus fiscale offerto dallo Stato su un periodo di dieci anni allo scopo di ma valorizzare i centri abitati riducendo il consumo di territorio per la creazione di nuove zone residenziali.

La misura rientra nell’ambito del pacchetto di modifiche all’ordinamento dell’edilizia abitativa agevolata, approvate dal Consiglio provinciale. Per avere l’idea di quanto la Provincia di Bolzano si sta muovendo velocemente sulla strada dell’efficienza energetica, e di quanto sia quindi all’avanguardia in Italia, segnaliamo un’altra novità: la proroga di due anni dell’obbligo per tutti gli edifici di nuova costruzione di rispettare lo standard CasaClima A, non più nel 2015 ma nel 2017. Lo slittamento si è reso necessario per evitare l’aggravio di costi, per semplificare e agevolare l’attuazione della norma.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento