Una sintesi delle novità e delle modifiche intervenute nell’ambito del settore privato sui temi dell’edilizia, dell’ambiente, dei beni culturali e delle semplificazioni amministrative dopo il Decreto del Fare. L’Associazione nazionale dei costruttori ha realizzato uno studio in cui sono analizzate tutte le principali novità apportate dopo la conversione in legge del DL 69/2013 (consulta anche la nostra Pagina Speciale sulle Semplificazioni nel Decreto del Fare).

Il memorandum dell’ANCE prende in considerazione le semplificazioni intervenute nel Decreto del Fare dopo la conversione in legge sulla materia edilizia, dei beni culturali, dell’ambiente e dell’amministrazione e legislazione, approfondendo alcuni aspetti controversi e indicando le future azioni dell’associazione nelle sedi opportune.

Sul tema delle distanze tra fabbricati, per esempio, gli esperti dell’ANCE evidenziano come la norma contenuta all’art. 30 del Decreto del Fare, in merito alla possibilità per Comuni e Regioni di prevedere misure maggiori rispetto a quelle previste dal DM 1444/1968, vada valutata in maniera più restrittiva ed, in particolare, con riferimento a quanto affermato dalla Corte Costituzionale in tema di distanze minime tra costruzioni (leggi anche Decreto del fare, meno vincoli sulle distanze in edilizia).

In materia di demolizione e ricostruzione, invece, l’analisi dell’ANCE è molto approfondita e ricca di richiami alla giurisprudenza. Oltre all’analisi della misura che fa rientrare nella categoria di ristrutturazione edilizia i lavori di demolizione e ricostruzione anche senza il vincolo di sagoma, si segnala un approfondimento anche sul tema della ricostruzione degli edifici crollati o collabenti.

Sul versante delle semplificazioni in materia di beni culturali, l’analisi procede sul doppio binario dell’efficacia dell’autorizzazione paesaggistica e sul ruolo della conferenza di servizi.

Sul tema ambientale, l’ANCE si sofferma in maniera particolare sul tema delle Terre e Rocce da Scavo e sul caos generato a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 41 comma 2 e dell’art. 8-bis del decreto legge n. 43/13, introdotto dalla legge di conversione n. 71/2013 con norme parzialmente sovrapposte tra loro (leggi anche Terre e Rocce da Scavo, il Decreto del Fare e la Legge Expo 2015 creano il caos).

A questo link è possibile scarica la Sintesi ANCE su Edilizia, Ambiente e Semplificazioni dopo il Decreto del Fare.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento