Sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate a partire dal prossimo mese di settembre la versione numero 4.00.2 del software DOCFA per la compilazione dei documenti tecnici catastali.

DOCFA 4.00.2 andrà a sostituire la precedente versione, rilasciata nel settembre 2012, apportando alcune piccole migliorie, che non modificheranno in maniera sostanziale l’operatività, ma ne faciliteranno l’utilizzo da parte dei tecnici.

È stato comunque previsto un periodo di interregno tra la versione 4.00.1 e la nuova durante i mesi di settembre e ottobre 2013. Per questo intervallo di tempo, infatti, sarà possibile continuare a utilizzare normalmente la vecchia release.

A partire dal mese di novembre 2013 si dovrà invece utilizzare esclusivamente il nuovo software DOCFA 4.00.2, in quanto il precedente non consentirà la predisposizione di documenti idonei all’accettazione presso gli Uffici provinciali.

Le migliorie del DOCFA 4.00.2
Le principali migliorie apportate dalla nuova versione del DOCFA riguardano l’implementazione dell’archivio nazionale degli stradari e dei numeri civici con dati già inseriti che abbracciano oltre 7.500 Comuni di piccole dimensioni (meno di 20.000 abitanti).

È in atto l’aggiornamento dell’archivio con l’inserimento dei dati relativi ai Comuni con oltre 20.000 abitanti.

Migliorati anche i criteri di ricerca dei toponimi che potranno essere recuperati mediante l’inserimento di solo una parte della denominazione della strada.

Altra novità riguarda i documenti di richiesta di ruralità. Il professionista, che utilizza DOCFA 4.00.2, avrà la possibilità di inserire nello stesso documento sia unità immobiliari compatibili con la richiesta di dichiarazione di fabbricato rurale sia beni comuni non censibili.

Infine, è stata inserito un controllo bloccante che non consente l’inserimento di planimetrie, in coerenza con quanto indicato dalla circolare 7 agosto 2012, n. 2 dell’Agenzia del Territorio (vai all’archivio delle circolari 2012 dell’AdT).

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento