Autostrada
Autostrada

Il Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia ha sottoscritto la proposta lanciata dal presidente della Cdp (Cassa depositi e prestiti), secondo la quale occorre usare la fiscalità ottenuta dalla nuove opere per realizzarne altre. Intanto, mentre il Centro Italia era già nella morsa della neve, è stato inaugurato il 3 febbraio il nuovo lotto del raccordo A21/A4 nel bresciano, e Pietro Ciucchi, Amministratore Unico di Anas, ha dichiarato che è necessario rafforzare il coinvolgimento dei privati nelle infrastrutture.

 

È la proposta lanciata alla conferenza sulla mobilità in Assolombarda a Milano dal presidente della Cdp, Franco Bassanini, immediatamente sottoscritta dalla numero uno degli industriali Emma Marcegaglia, che ha spiegato: “Andrebbe usata la fiscalità rinvenuta dalle nuove opere, come ha proposto Bassanini, per finanziare ulteriori nuove opere, facendo scattare un meccanismo per aiutare il finanziamento di infrastrutture in un momento in cui devono essere messi in sicurezza la finanza e i conti pubblici”. Sul tema delle opere “il governo ha adottato provvedimenti interessanti, bisogna però continuare e bisogna definire le priorità per le opere in base al grado di sviluppo economico ed industriale che c’é nel Paese”. Marcegaglia, ha citato la Lombardia a titolo esemplificativo: la Regione “ha visto alcune opere realizzarsi, ma ce ne sono ancora molte da fare”.

 

L’Anas, nella persona dell’Amministratore Unico Pietro Ciucchi all’inaugurazione nuovo lotto del raccordo A21/A4,  aveva dichiarato, il 3 febbraio, che è necessario rafforzare coinvolgimento dei privati in infrastrutture.
Inaugurato proprio il 3 febbraio, mentre buona parte dell’Italia era già nella morsa della neve e del gelo, il raccordo autostradale tra Azzano Mella e Montichiari (nel bresciano), arrivano già alcune proposte.
“La necessità evidente del nostro Paese di realizzare un ampio piano di investimenti infrastrutturali non deve fermarsi davanti alla limitatezza delle risorse pubbliche, ma deve rafforzare il coinvolgimento del capitale privato, così come indicato dal Governo attraverso significativi incentivi fiscali e con la semplificazione e la certezza delle norme” ha dichiarato Ciucchi.
Il raccordo Azzano Mella-Montichiari compone il terzo e il quarto lotto dell’intervento complessivo di collegamento tra l’autostrada A21 e l’autostrada A4 ed è parte integrante di un importante impegno realizzativo di Autostrade CentroPadane e fa parte del 1° Programma delle infrastrutture strategiche del CIPE 2001, che consentirà di collegare il casello di Ospitaletto sull’autostrada A4 Milano-Venezia all’aeroporto di Montichiari.

 

Il completamento dell’opera, ha reso noto Ciucci in una lettera, è previsto per il settembre 2013.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento