Il Decreto del Fare non ha ancora terminato il suo viaggio. Proprio ieri li Decreto era entrato nella fase conclusiva dell’iter di conversione in legge, con la discussione alla Camera del testo definitivo, che proponeva diverse e significative novità rispetto alla versione licenziata dal Governo e pubblicata in Gazzetta Ufficiale come decreto legge n. 69 del 21 giugno 2013.

Il testo è stato in seguito inviato di nuovo alle Commissioni della Camera che hanno proposto ulteriori modifiche (scarica il testo del Decreto del Fare con tutte le mofidifiche proposte al 23/7/2013).

Le ultime novità più importanti riguardano DURC e terre e rocce da scavo.

Le novità del precedente “giro” di emendamenti
Tra le novità più importanti introdotte nel precedente giro di emendamenti, invece, per quanto riguarda i professionisti tecnici bisogna porre all’attenzione la proroga di un anno all’obbligo di stipula dell’assicurazione professionale, prevista dalla riforma delle professioni: l’emendamento che inseriva nel Decreto del Fare lo slittamento al 15 agosto 2014 non è stato inserito tra quelli ammessi alla discussione. All’interno delle ultimissime modifiche proposte dalle Commissioni, non ci sono novità a riguardo.

Già in base alle modifiche precedenti, i piccoli cantieri che gestiscono terre e rocce da scavo in piccole quantità, sotto i 6.000 metri cubi, non saranno tenuti a seguire le indicazioni del d.m. 161/2012 ma potranno continuare a seguire le indicazioni contenute all’articolo 184-bis del Codice dell’Ambiente, opportunamente modificato e semplificato.

Erano diverse, infine, le novità riguardanti il DURC già inserite prima di queste ultime modifiche contenute nel documento che alleghiamo sopra con data 23 luglio. Se vuoi conoscere tutti gli aggiornamenti precedenti sul DURC leggi Conversione Decreto del Fare: emendamenti e novità su Edilizia, Ambiente e Appalti.

Per quanto riguarda DURC e gestione delle terre e rocce da scavo ci sono, come detto, altre novità contenute nel testo del Decreto del Fare re-inviato dalle Commissioni.

Aggiornamento: posta la fiducia
Il Governo ha posto la fiducia sul DL. Lo ha annunciato il Ministro dei Rapporti con il Palrmamento Franceschini: la fiducia verrà posta sul testo del Decreto del Fare approvato dalle commissioni.

 

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento