Sono state approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome le Linee Guida per la trasparenza e la pubblicità negli appalti pubblici, frutto del lavoro dell’apposito gruppo di lavoro designato all’interno di ITACA, l’istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale.

Le linee guida rappresentano una guida operativa a uso delle stazioni appaltanti per la corretta applicazione delle norme sulla trasparenza e sulla pubblicità delle gare di lavori, servizi e forniture disciplinate dal Codice dei Contratti e degli Appalti pubblici (d.lgs. 163/2006).

In particolare, nel documento viene effettuata la ricognizione degli obblighi attualmente vigenti in materia di trasparenza e di pubblicità, con particolare riferimento ai procedimenti di scelta del contraente per l’affidamento di lavori, forniture e servizi (che costituiscono diretta attuazione dei principi di legalità, buon andamento e imparzialità), al fine di distinguere gli adempimenti che riguardano la sfera della trasparenza da quelli che concernono l’ambito della pubblicità, con conseguente indicazione delle specifiche applicative.

Ricordiamo infatti che, mentre la trasparenza deve essere assicurata mediante la pubblicazione di una serie di dati all’interno dei siti internet istituzionali delle pubbliche amministrazioni, in formato aperto e facilmente elaborabile da chiunque vi abbia interesse, gli adempimenti in materia di pubblicità nell’ambito delle procedure ad evidenza pubblica vanno assolti attraverso la pubblicazione di documenti, redatti in formato chiuso, sul profilo di committente della stazione appaltante, ovvero secondo le specifiche modalità di volta in volta individuate dalla norma richiamata.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento