L’interesse per il Bonus Mobili 2013 non accenna a diminuire. In effetti si tratta di un’agevolazione fiscale davvero importante, grazie alla quale, fino al 31 dicembre 2013, sarà possibile portare in detrazione un importo massimo di 10.000 euro per l’acquisto di arredi da destinare alle unità immobiliari oggetto di ristrutturazione.

Il Bonus Mobili 2013 è contenuto nel decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013 (art. 16). Nei giorni scorsi la Redazione di Ediltecnico.it ha pubblicato diversi post di approfondimento sul tema, che possono essere reperiti nella nostra Pagina Speciale Bonus Mobili 2013.

Recentemente, FederlegnoArredo ha pubblicato sul proprio sito istituzionale le risposte ai quesiti più comuni riguardanti l’applicabilità del Bonus Mobili 2013, che riportiamo qui di seguito. L’associazione precisa che tutte le informazioni riportate vanno intese a uso puramente informativo. Le stesse vengono rilasciate, in modo assolutamente non vincolante, in considerazione delle attuali conoscenze e alla luce della provvisoria vigenza del decreto legge 4 giugno 2013 n. 63, che è ancora in fase di conversione definitiva in legge.

Tipologie di arredi ammessi al Bonus Mobili 2013
Fanno parte dei mobili per la detrazione solo i mobili fissi (come cucina, armadio a muro e bagno) oppure anche i mobili di arredamento, come (tavoli, sedie, divani, ecc….)?

Per il momento si suggerisce di fare riferimento alla comune accezione del termine “mobili”, per cui rientrano tutte le tipologie indicate. Vi sono dei dubbi, che ci si augura vengano chiariti dal Ministero in tempi brevi, su lampade e apparecchi di illuminazione, porte d’interni, elettrodomestici da incasso, parquet e tende.

Acquisto dei mobili a SCIA già chiusa
Sto ristrutturando un appartamento per il quale a breve si eseguirà la comunicazione di fine lavori al Comune, per cui acquisterò i mobili successivamente, ossia quando la SCIA sarà già chiusa. Ho comunque diritto alla detrazione? È sufficiente acquistarli entro dicembre 2013 anche se a “ristrutturazione conclusa”?

Il decreto fa riferimento alle spese per ristrutturazione documentate e sostenute dal 26 giugno 2012, indipendentemente dalla data di inizio o fine lavori. Allo stato attuale, e in mancanza di chiarimenti ufficiali, riteniamo che sia possibile detrarre l’acquisto di mobili, purché la relativa spesa sia sostenuta entro il 31 dicembre 2013.

Acquisto dei soli mobili, senza lavori di ristrutturazione
La mia abitazione non è interessata da ristrutturazioni edilizie; nell’arredo della mia abitazione voglio sostituire alcuni mobili, posso usufruire della detrazione fiscale?

No, in questo caso non si può usufruire del Bonus Mobili 2013.

Leggi tutte le altre FAQ relative al Bonus Mobili 2013 nella omonima sezione della nostra Pagina Speciale dedicata.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

2 Commenti

Scrivi un commento