Possibilità per interventi sotto una certa soglia di investimento e per privati over 75 di poter recuperare le spese incluse nella Detrazione 65% in 5 anni anziché in 10. È questa una delle proposte che sono state avanzate davanti alla Commissione finanza e industria del Senato dai rappresentanti FINCO, durante l’audizione di martedì 18 giugno.

In questi giorni, infatti, sono iniziati i lavori per la conversione in legge del DL 63/2013 che ha portato le agevolazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica dalla precedente soglia del 55% al 65% fino al 31 dicembre 2013 (30 giugno 2014 per interventi importanti realizzati sui condomini).

In Parlamento, dunque, si susseguono le audizioni con i rappresentati delle associazioni per raccogliere informazioni e rilevare criticità e proposte da portare in aula (vai alla Pagina Speciale Detrazione 65% Ecobonus per tutte le informazioni)

Oltre alla proposta segnalata in apertura, i rappresentati di FINCO hanno chiesto anche di prevedere altre modifiche da apportare al testo del decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013.

Estendere la Detrazione 65% alle schermature solari
Le agevolazioni previste dalla Detrazione 65% dovrebbero essere estese alle schermature solari, indicate nella direttiva comunitaria n. 31 del 19 maggio 2010 sulla prestazione energetica nell’edilizia “e sinora”, si legge nel comunicato FINCO, “inspiegabilmente escluse vista anche l’elevata incidenza sui fabbisogni del periodo estivo, nonché alle opere di verde pensile a parete o tetto”.

Adeguamento sismico degli edifici
I rappresentanti della Confindustria hanno anche chiesto il passaggio alla più conveniente Detrazione 65% dei lavori mirati all’adeguamento antisismico del costruito. Proposta, peraltro, già accolta con un parere favorevole unanime e totalmente bipartisan da parte delle forze politiche, qualche giorno dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legge (leggi in proposito Detrazioni 65%, si lavora per estenderla alle misure antisismiche)

Rendere strutturale la Detrazione 65%
La proposta di prorogare a tutto il 2020 la Detrazione 65% o, quantomeno, modularla nel tempo, appare per la verità la proposta che ha le minori probabilità di essere recepita, anche in considerazione del fatto che l’Esecutivo ha chiarito fin da subito che la proroga al 31 dicembre 2013 è da intendersi come “l’ultima”.

Eppure da FINCO fanno notare come “sei mesi, o anche un anno, sono un lasso di tempo spesso troppo ristretto per poter programmare e mettere in cantiere interventi complessi come quelli antisismici o di efficienza energetica relativi al pieno edificio”.

“Si potrebbe”, propongono gli esperti di FINCO, “alla luce di una stabilizzazione pluriennale, modulare la detrazione con percentuali progressivamente decrescenti man mano ci si avvicini al 2020 (esempio dal 65% arrivare al 50% al 2020 scalando del 5% ogni biennio a partire dal 2015)”.

Di Mauro Ferrarini

Dal web


Dal web

Gli Speciali

2 Commenti

Scrivi un commento