L’Agenzia delle Entrate ha diffuso la nuova versione della Guida alla detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie, aggiornata al DL 63/2013. Scorrendo il testo del documento, però, non vi sono chiarimenti per quello che riguarda il c.d. Bonus Mobili 2013 (scarica la versione di giugno 2013 della Guida alle Agevolazioni Fiscali per le Ristrutturazioni).

Come noto, il DL 63/2013 ha prorogato fino al 31 dicembre 2013 la possibilità di usufruire della Detrazione 50% sull’IRPEF per le spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia, estendendo l’agevolazione anche all’acquisto di arredi da destinare alle unità immobiliari oggetto dei lavori (consulta la nostra Pagina Speciale Bonus Mobili 2013).

La guida non contiene grosse novità rispetto alla versione rilasciata a maggio 2013, appena qualche giorno prima dell’approvazione da parte del CdM del decreto legge 63/2013. Come detto, viene specificato che la Detrazione 50% sarà valida fino alla fine dell’anno e che, a partire dal 1° gennaio 2014 si tornerà alla Detrazione 36% con un tetto massimo di spesa detraibile di 48.000 euro, anziché degli attuali 96.000 (leggi anche Detrazione 50% ristrutturazioni, la nuova guida del Fisco).

L’unico accenno al Bonus Mobili 2013 si trova a pagina 4 della guida dove si legge:

“Oltre alla proroga al 31 dicembre 2013, il decreto 63/2013 ha introdotto, per i contribuenti che usufruiscono della detrazione per ristrutturazioni edilizie, la possibilità di detrarre dall’IRPEF, sempre nella misura del 50%, anche le spese sostenute per l’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione per l’acquisto di mobili va calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro e deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo”.

Consulta anche la nostra Pagina Speciale Detrazione 50% ristrutturazioni per ulteriori informazioni e aggiornamenti.

Di Marina Rui Ferro

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento