Risultati oltre le attese per il secondo Forum LegnoArredo, organizzato da FederlegnoArredo il 13 giugno presso il Milano Congressi MiCo, che ha posto al centro dell’attenzione nazionale uno dei settori più importanti del made in Italy.

Gli oltre 1.000 imprenditori presenti al Forum (quasi raddoppiate le presenze rispetto alla passata edizione) e più di 110 giornalisti hanno confermato la vivacità di un settore sempre più consapevole delle proprie potenzialità.

“La giornata di oggi è stata l’occasione per approfondire le più recenti tematiche del settore, in particolare la proroga al 31 dicembre 2013 delle detrazioni IRPEF del 50% che prevede l’estensione a tutti gli arredi destinati agli immobili ristrutturati fino a un massimo di 10.000 euro di spesa”, ha spiegato Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo.

Grande interesse per le sessioni plenarie che hanno affrontato due temi di fondamentale importanza per il made in Italy: la valorizzazione delle eccellenze e l’attivazione di politiche industriali che puntino allo sviluppo del settore. “L’immagine dei prodotti italiani ad alto contenuto estetico (design, moda, food…) sono sempre più apprezzati nel mondo, ecco perché dobbiamo incominciare seriamente a fare sistema e a muoverci come un unico grande soggetto”, ha sottolineato Riccardo Illy, vicepresidente di Illycaffè, intervenendo nella sessione ‘Le eccellenze dell’italianità’.

“L’Italia è un Paese che può ancora crescere e che in prospettiva ha delle grandissime potenzialità di competere con le principali economie mondiali”, ha sintetizzato Massimo Della Ragione, Co-Head Italy di Goldman Sachs, che insieme a Marco Fortis (vice presidente Fondazione Edison), Giuseppe Tripoli (Garante PMI del ministero dello Sviluppo Economico) e Gabriele

Piccini (country chairman Italy UniCredit), è intervenuto nella sessione ‘Fare politica industriale: la nostra sfida’. Partecipazione numerosa anche ai workshop tematici che hanno consentito ai partecipanti di analizzare nel dettaglio gli aspetti più attuali del settore legno-arredo: ufficio del domani, costruire con il legno, strategie di marketing innovative, mercato Usa, energia e daylighting, sono alcuni dei temi affrontati nel corso delle sessioni pomeridiane.

“Un grande evento per un grande settore – aggiunge Snaidero – a dimostrazione che il nostro tessuto produttivo svolgerà con sempre maggiore efficacia un ruolo di primo piano nella crescita del Paese. Noi siamo consapevoli di questo compito e siamo pronti”.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento