Nei giorni scorsi ha destato grandissimo interesse l’introduzione del Bonus Mobili all’interno del decreto legge 63/2013 che ha prorogato al 31 dicembre 2013 la Detrazione 50% per interventi di ristrutturazione semplice (leggi Detrazione 50% ristrutturazioni, ecco come funziona il Bonus Mobili).

In estrema sintesi: chi effettua lavori di ristrutturazione edilizia può, in aggiunta alle spese sostenute per i lavori, portare in detrazione sul Modello 730 anche i costi documentabili per l’acquisto di arredi fino a un massimo di 10.000 euro.

Quando si parla di spese documentabili nel Bonus Mobili si intende esattamente la stessa cosa di quanto già avviene per i costi delle ristrutturazioni edilizie: fattura e pagamento tramite bonifico bancario.

Il decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013 è in vigore dal 6 giugno 2013, per cui tutte le spese per gli arredi sostenute a partire da questa data, purché ovviamente destinate a un immobile ristrutturato, godranno del Bonus Mobili.

Vediamo di dare qualche utile chiarimento su questo tema, presentando ai lettori uno schema simile a quello delle FAQ (per ulteriori informazioni consulta la nostra Pagina Speciale Detrazione 65%).

Ma chi ha ultimato i lavori edilizi lo scorso anno, può usufruire dell’agevolazione prevista dal decreto legge?

La risposta è affermativa. L’art. 15 del decreto, infatti, stabilisce che la detrazione per l’acquisto dei mobili è riconosciuta ai contribuenti che usufruiscono della detrazione 50% per ristrutturazione. Poiché questa è in vigore dal giugno dello scorso anno, la detrazione per gli arredi si applica anche a chi ha ristrutturato casa nel 2012.

E chi, ha eseguito interventi di ristrutturazione, magari a cavallo tra il 2012 e il 2013, ma non ha richiesto la detrazione prevista dal Bonus Mobili (perché ancora non presenta), può sperare di recuperare qualcosa nella dichiarazione dei redditi? Magari avendo conservato le fatture e gli scontrini che attestano l’acquisto degli arredi?

Qui la questione è un po’ più complicata. Posto, infatti, che di norma i provvedimenti non hanno valore retroattivo, il testo del decreto 63/2013 riconosce il Bonus Mobili solo in caso di “spese documentate”. In materia di ristrutturazioni è sempre richiesto il pagamento con bonifico, che deve, peraltro, riportare i riferimenti di legge. Quindi in questo caso l’agevolazione sembra esclusa, salvo ulteriori chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate.

Che tipo di arredi rientrano nella detrazione prevista dal Bonus Mobili? Solo quelli in muratura oppure anche altri?

Il testo del decreto legge 63/2013 non pone limitazioni in riferimento alla tipologia dei mobili che è possibile acquistare. L’unico requisito richiesto, infatti, è che si tratti di arredi destinati all’immobile sul quale sono stati effettuati o sono in corso lavori di ristrutturazione per i quali è riconosciuta la detrazione 50%.

Ricordiamo, infine, che la nostra Redazione ha predisposto una Pagina Speciale Bonus Mobili 2013 che invitiamo i lettori a consultare periodicamente per non perdersi nessun aggiornamento riguardante questo tema così importante.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

56 Commenti

  1. Ripropongo: per lavori di ristrutturazione su cui è riconosciuta la detrazione del 50% si intende ogni categoria di lavori detraibili quindi anche la manutenzione straordinaria (la sto facendo su due bagni e sto quindi valutando la possibilità di detrarre i mobili da arredo che devo acquistare) o solo le ristrutturazioni edilizie dell’intero immobile, quindi Art. 3 del DPR 380/01 lettera d?
    Grazie.

  2. Scusate se ripropongo la questione:
    – chi ha sostenuto lavori di ristrutturazione straordinaria a cavallo del 2012-2013 e
    – ha sostenuto spese per l’acquisto di mobili nel 2012 e nel 2013 ma prima dell’entrata in vigore di questo decreto
    – ha effettuato pagamenti con bonifico bancario ma senza indicare P. IVA e riferimenti di legge
    Potrà detrarre:
    1- Nessuna spesa?
    2- Tutte le spese?
    3- Solo le spese sostenute nel 2013?
    Chi dovrebbe fornire una risposta in merito? Come si può porre la questione all’AdE?
    Grazie e saluti a tutti

  3. Quindi io che ho iniziato i lavori a dicembre 2011 (data della C.I.L., la quale ha scadenza dicembre 2013),
    ho usufruito del 36% fino al 26 giugno 2012, del 50%
    dopo il 26 giugno 2012 (nel mio caso 2 bonifici)
    ed ora potrei usufruire del 50% sui mobili, giusto!?

    PS: per l’ultimo punto dell’articolo mi sembra strano, quindi anche un mobile ikea!?!?

  4. Vendendo case con arredi fissi, posso fatturare volendo applicare la detrazione del 50% tutto al 10% di IVA. Mi spiego meglio, presentando la pratica di ristrutturazione nell’anno in corso posso accedere alla agevolazione della detrazione del 50% e quindi posso per i lavori applicare IVA al 10%. Invece per i mobili che fornisco come società di costruzioni posso applicare la stessa aliquota del 10 o del “21%? Grazie

  5. Ma per “ristrutturazioni per le quali è riconosciuta la detrazione 50%” cosa si intende? Ristrutturazione vera e propria, o anche una delle attività che comunque premetto di ottenere la detrazione. Quindi dalla manutenzione strordianaria agli interventi per tutelare la sicurezza (Es. porta blindata) alle attività di libere (che non richeidono nemmeno comunicazione al comune) come il cambio caldaia?

  6. Scusi VIDOTTO, è da cosa deriverebbe questa illuminata valutazione? Da dove si evince questo categorico giudizio?
    Io vedo che l’art .16 del del D.L. 4 giugno 2013 n.63 : “Proroga delle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di mobili” semplicemente, al comma 1, allunga i termini dell’applicazione della normativa precedente portandola a fine anno.
    Al comma 2 dice che chi beneficia della detrazione di cui al comma 1 , può beneficiare anche delle “detrazione mobili”.
    Allora, io non sono un esperto (ecco perché chiedo lumi), ma a meno che non mi sia sfuggito qualcosa, visto che non serve essere esperti per sapere che la detrazione NON la ha solo chi ristruttura (secondo Art. 3 del DPR 380/01 lettera d) ma i casi, come detto sopra sono vari, a mio giudizio si dovrebbe anche applicare la “detrazione mobili”.
    Quindi chi da giudizi categorici, visto che ci sono in ballo soldi, sarebbe opportuno li supportasse al meglio.
    Grazie.

  7. se si acquista un immobile di nuova costruzione i mobili per arredarlo possono beneficiare della detrazione del 50%? Grazie

  8. Io penso che ragionevolmente il bonus per i mobili possa applicarsi anche a chi esegue una manutenzione straordinaria. D’altrone con questo tipo di intervento edilizio è possibile detrarre nel caso di rifacimento completo di un bagno anche i sanitari comprensivi di rubinetteria.
    Mi parre sensato che chi rifaccia completamente una cucina (impianti compresi) debba poter avere con il nuovo decreto legge la stessa opportunità ben inteso che la detrazioen debba riferirsi alla cucina componibile con le parti idrualiche/rubinetteria e non a mio avviso ad elettrodomestici, sedie e forse anche tavoli (lo spirito dell norma è aiutare il comparto del legno e non quello dell’elettronica, elettrodomestici o dei complementi d’arredo come quello di sedie che potrebbero essere di plastica, metallo).

    Il termine ‘ristrutturazione’ usanto nella legge non è da intendersi come ‘ristrutturazione edilizia’ come definita nel testo unico sull’edilizia. D’altronde sebbene la legge di proroga ed il sito dell’AE facciamo riferimento a ‘ristrutturazione’, la legge che vanno a prorogare ammette detrazioni per parti comuni di edifici in manutenzione ordinaria, e per la manutenzione straordinaria, risanamento e restauro, su edifici di abitazione.
    A disposizione per chi voglia confrontarsi.

  9. Buongiorno,
    mi piacerebbe avere un chiarimento.
    Se si comeprano mobili da far rientrare nel bonus ristrutturazione 50%, p.e.s una cucina, all’acquisto dei mobili si applica IVA al 10% o al 21% ?
    Grazie

  10. La riduzione dell’IVA al 10% si applica pertanto anche all’acquisto dell’arredo? Solo fino al limite dei 10000 euro o tetto di spesa?
    Grazie

  11. Ho letto,e su questo non ho dubbi,che l’agevolazione fiscale del 50% prorogata fino al 31-12-13 vale anche per le inferriate di sicurezza montate all’esterno delle finestre,( e mi sembra di aver capito anche per i condizionatori fissi) quello che Vi chiedo è questo: montando le inferriate che alla fine dei conti mettono in sicurezza l’intero appartamento ho diritto anche all’agevolazione fiscale sempre del 50% di cui si è parlato in questi giorni sull’acquisto dell’arredamento per una cifra massima di euro 10000?( quindi somma massima rimborsabile in 10 anni euro 5000). Grazie perchè questo punto non è chiaro.

    • Buongiorno Luca, ancora manca su questo punto un chiarimento ufficiale. Per ora, alla lettura del decreto, si può ipotizzare che basti anche la sostituzione di un tubo per avere diritto anche al Bonus Mobili

      • grazie mille per la risposta, ho scritto già due volte all’agenzia delle entrate, ma entrambe le volte mi han risposto che aspettano ancora chiarimenti…..se aspettano ancora un po’…va bè

  12. Anch’io sono interessato a un chiarimento sull’applicabilità dell’aliquota IVA agevolata del 10%.
    Ho eseguito dei lavori di manutenzione straordinaria/ristrutturazione autorizzati con SCIA dal comune, ho diritto di richiedere l’IVA al 10% su tutto il mobilio fisso?

    Grazie,
    Claudio

  13. ho iniziato dei lavori di ristrutturazione all’immobile a novembre del 2010 usufruendo della detrazione fiscale del 36% – non è ancora stata fatta la chiusura dei lavori. Posso usufruire della detrazione per l’acquisto di mobili?

  14. Salve, ho iniziato lavori di ristrutturazione con presentazione SCIA al comune con i miei dati.
    Le prime fatture sono state intestate a mio nome ed ho effettuato i relativi bonifici;
    Oggi, ho valutato che può risultare più conveniente la detrazione a mio marito anche lui proprietario dell’immobile. Domanda: è possibile intestare le prossime fatture a lui con relativi bonifici dal suo c/c, anche se la SCIA è stata presentata a mio nome???

  15. buongiorno.
    abito in una villetta bifamiliare (mia famiglia e quella di mio suocero). riscaldamento a metano “centralizzato”, tradizionale (anni ’70, radiatori; temperatura d’esercizio dell’acqua sui 60 gradi; caldaia risale circa al 2000). spesa complessiva metano sui 4000 euro/anno
    pensavamo di mettere una caldaia a condensazione e i termostati ai radiatori.
    puo’ essere conveniente ?
    cio’ mi da’ diritto allo sconto mobili (volevo anche cambiare i mobili della mia cucina) ?
    grazie

  16. nel mio appartamento voglio installare un sistema antifurto. Credo che rientri nelle ristrutturazioni e abbia diritto alla detrazione del 50% .
    Chiedo… sullo stesso immobile posso usufruire anche del 50% sui mobili?

    • Anche io sono interessato a questa fattispecie. Nello specifico i lavori che farei riguardano l’installazione di un impianto di condizionamento caldo/freddo, anche questo compreso nell’art. 16bis allo stesso comma delle ristrutturazioni. Ritengo che ne abbiamo diritto, ma vorrei un parere più autorevole. Ringrazio in anticipo!

      • Anche io vorrei avere informazioni sullo stesso punto.
        Se cioè qualsiasi intervento di ristrutturazione (Es. installazione di un sistema antifurto, porta blindata, corrimano per le scale, cassaforte a muro) mi consente poi di usufruire anche del 50% sui mobili acquistati per lo stesso immobile

  17. Io devo acquistare un appartamento ristrutturato da un’impresa. Se il rogito avviene nel 2014 ma il preliminare nel 2013, posso usufruire del bonus mobili se li pago entro il 31.12 2013?

  18. Devo comprare un appartamento ristrutturato da un’impresa. Se il rogito avviene nel 2014 ma il preliminare nel 2013, posso usufruire del bonus mobili se li pago entro il 2013?

  19. Salve, volevo apporre già da tempo un corrimano su una scala interna proprio per evitare gli infortuni domestici. Questo lavoro rientra negli lavori agevolati? E se si questo da diritto al bonus arredamento?
    Il Bonus arredamento ed elettrodomestici, vale anche per le tende interne e per il specchio del bagno che dovrei sostituire?
    Mille grazie per la vostra risposta

  20. scusate una domanda:
    se effttuo un bonifico c.d. parlante x detrazione mobili dell’importo di € 11.000 mi fa perdere il diritto alla detrazione in quanto eccedente il limite di legge dei 10.000 € oppure lo stesso è valido e su quell’importo mi vengono detratti 5.000 in 10 anni (cioè il 50% sull’importo max di legge di € 10.000) ?
    spero di essere stato chiaro nell’esposizione grazie a chi mi risponde

  21. x gianluca si l’installazione di allarme antifurto rientra nelle ristrutturazioni immobilari in particolare per la sicurezza, quindi puoi ancorare il bonus mobili del D.L. 63/2013 art. 16

  22. Ho scritto all’Agenzia delle Entrate:
    Testo richiesta informazioni:
    Vorrei sapere se una ristrutturazione effettuata tra giugno e dicembre 2012 mi da` diritto, ora, all’acquisto di mobili con la detrazione del 50% o se invece e` necessario che la ristrutturazione sia successiva all’entrata in vigore del decreto di giugno 2013?..Spero di essere stata chiara…

    Testo risposta:
    Gentile Contribuente, ad oggi non è possibile rispondere al Suo quesito considerata l’assenza di documenti normativi e/o di prassi in materia. La inviamo a consultare periodicamente il sito dell’Agenzia delle Entrate, http://www.agenziaentrate.it, per essere aggiornata su tutte le circolari e/o risoluzioni che potranno essere emanate in futuro. Cordiali saluti.

    VOI CONFERMATE CHE SI PUO’ ANCORARE IL BONUS MOBILI A RISTRUTTURAZIONI EFFETTUATE DOPO GIUGNO 2012?
    Grazie

  23. Salve, io avviato chiusura pratica DIA di ristrutturazione il 31/12/2012.. e nel 2013 ho pagato delle fatture relative alla ristrutturazione che porterò in detrazione..
    Ora ho comprato dei mobili per questa casa. Ho diritto al’incentivo?
    Cordialmente

  24. Buongiorno,
    ho iniziato la ristutturazione nel novembre del 2011 e ad oggi non è ancora conclusa. ho pagato con bonifico per ristrutrazione sia nel 2011 sia nel 2012 sia nel 2013.
    Posso usufruire dell’agevolazione per l’acquisto di mobili? grazie

  25. Ho letto or ora che il bonus mobili è stato prorogato per tutto il 2014, se effettuo una ristrutturazione tra quelle previste (ovviamente rispettando il bonifico tracciato, ecc ecc) a novembre 2013 posso usufruire del bonus mobili anche nel 2014? Grazie.

    • Buongiorno Luca,
      la proroga a tutto il 2014 è stata inserita nel testo approvato dal CdM che adesso dovrà passare al vaglio delle Camere. Quindi per ora è opportuno procedere come se la proroga … non ci fosse. In altri termini, l’inserimento nel testo che andrà in discussione è un buonissimo viatico e al 99% sarà confermato nella versione definitiva che sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale fra qualche settimana, al termine dei lavori di Camera e Senato. Nel suo caso specifico, però, se lei inizia dei lavori di ristrutturazione a novembre 2013 e acquista dei mobili entro il 31 dicembre di quest’anno sicuramente potrà accedere alle detrazioni per le ristrutturazioni e per il bonus arredi!

      • i lavori di ristrutturazione sono previsti per novembre e non posso rimandarli, ma per me sarebbe vantaggioso poter usufruire del bonus mobili nel 2014 per raccimolare qualche spicciolo, secondo Voi è possibile?

  26. e’ POSSIBILE AVERE DIRITTO AL BONUS SUI MOBILI A E SULLA RISTRUTTURAZIONE, ANCHE SE IL COSTO DI QUESTA è PIU’ BASSO DEL COSTO DEI MOBILI ?

  27. Ho acquistato un appartamento nuovo nel 2013 ma devo modificare gli scarichi per il lavandino e naturalmente rifare il rivestimento dell’angolo cottura per il montaggio di una cucina in muratura nuova. Questo intervento si può considerare manutenzione ordinaria pertanto ristrutturazione con detrazione del 50% ed in funzione a questo avrò poi anche il diritto al bonus mobili nel 2014??
    Ringrazio per i suggerimenti che potrete darmi, saluti Liliana

  28. Vorrei sapere gentilmente il discorso relativo alle parte comuni. Chi vive in una casa singola è totalmente escluso dalle situazioni elencate se non esegue la ristrutturazione?
    Grazie mille per i suggerimenti

  29. Buongiorno…
    Ma l installazione di inferriate alle finestre, vale come ristrutturazione?
    Se installo delle inferriate alle finestre di casa, posso poi avvalermi del bonus mobili ed elettrodomestici?

    Grazie

      • Ho lo stesso tip di problema, acuistato le inferriate, pagato con bonifico parlante ed ora mi dicono che NON posso accedere al bonus mobili, con questa tipologia di lavoro, a causa della circolare n. 29/E del 18/09/2013. Siete certi che si possa ivece? su quali presupposti? Grazie per la risposta

  30. Buongiorno,

    L’installazione di un’impianto d’allarme su un’abitazione nuova, rientra nelle tipologie di lavori che danno diritto al bonus mobili? In caso negativo, essendo la casa in consegna, che tipo di lavoro potrei fare per averne diritto?
    Grazie mille

  31. buongiorno,
    2 domande:
    1. abito in un condominio, abbiamo ristrutturato il tetto nel 2012 (inziata la detrazione con il 730 fatto quest’anno), vale come ristrutturazione per usufruire del bonus mobili o valgono solo ristrutturazioni dell’appartamento?
    2. ho acquistat la cucina, montata e pagata ad aprile 2013 quindi non ho diritto alla detrazione?
    grazie

  32. Buongiorno,
    Io e mio marito abbiamo deciso di cambiare la cucina e tutti gli elettrodomestici. Possiamo richiedere la detrazione sui mobili? Il mobiliere che ci sta vendendo tutto ha detto di si. Ė vero?
    Grazie

    • Buongiorno Laura, certamente potete ottenere l’agevolazione prevista dal Bonus Mobili per l’acquisto della cucina e degli elettrodomestici “bianchi” (lavastoviglie, frigorifero, forno purché di classe A+ o A per solo quest’ultimo), ma a condizione che abbiate eseguito anche interventi di ristrutturazione edilizia rientranti nell’agevolazione fiscale della Detrazione 50%. L’acquisto dei soli mobili “sganciati” dai lavori edilizi, purtroppo, non rientra nel bonus.

  33. Salve, due domande :
    1. Ho comprato un condizionatore ad agosto 2013 per l’estate e inverno, è una manutenzione ordinaria quindi posso avvalermi della detrazione dei mobili che ho acquistato a novembre 2013 oltre a scaricarlo come risparmio energetico? Il condizionatore lo pagato con assegno.
    2. Le spese del condominio (ristrutturazione pensilina e balconi ) posso scaricare i mobili e le spese condominiali? grazie

    • Buongiorno Martina,
      purtroppo il pagamento con assegno non è consentito e non si può quindi usufruire della detrazione. Per il suo secondo quesito, le spese di ristrutturazioni delle parti comuni del condominio consentono di accedere al bonus mobili per limitatamente all’acquisto di mobili da destinare alle parti comuni (portineria, locali lavanderia, spazi comuni, ecc.)

  34. gRAZIE PER LA RISPOSTA. MA SE IL CONDIZONATORE QUINDI FOSSE STATO PAGATO PER BONIFICO O CARTA DI CREDITO POTEVO ACCEDERE LA BONUS DEI MOBILI(CUCINA,LETTO,ARMADIO,SOGGIORNO)?.

  35. Che succede nel caso di ristrutturazione con fusione di due unità immobiari e successivo accatastamento unitario? La detrazione è sempre di 10000 euro o può essere raddoppiata?

    • Gentile Paolo,
      crediamo che il bonus non vada raddoppiato, ma per essere effettivamente sicuri sarebbe il caso di sentire direttamente il numero verde dell’Agenzia delle Entrate.

  36. Buongiorno,
    volevo chiedere questa informazione: noi dobbiamo ristrutturare il bagno cambiando anche l’impianto idrauilico.
    Questo fa farte della manutenzione straordinaria e quindi abbiamo il Bonus Mobili giusto?
    Ma serve anche un documento di un geometra o bastano le fatture con i vari bonifici?

    Saluti,
    CATIA

    • Sufficienti copia delle fatture e dei bonifici, oltre ai documenti che comprovano la manutenzione straordinaria o la ristrutturazione.

  37. buon giorno ,gentilmente vorrei un chiarimento se possibile.
    devo accingermi a realizare un parapetto con scorrimano per una scala interna del mio appartamento.Ho diritto al bonus mobili con questa operazione che mi accingo ad eseguire?

Scrivi un commento