Ridurre il rischio sismico e aumentare la sicurezza nelle scuole. Ecco cosa intende fare il Governo Letta. C’è in ballo un programma del Ministero delle Infrastrutture, il “Primo programma straordinario stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, degli edifici scolastici”, per il quale il Ministero delle Infrastrutture ha stanziato finora 358,4 milioni di euro per provvedere a oltre 1700 casi di pericolosità già accertata.

In Italia è di 13 miliardi il fabbisogno per l’adeguamento delle scuole.

Leggi anche Ricostruzione post-sisma, il Programma Operativo Scuole in Emilia.

Dice Erasmo D’Angelis, sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti: “Il mio impegno sarà monitorare da vicino lo sviluppo dei progetti già attivati e dare corso a nuovi interventi per garantire al nostro Paese e alla Regione Toscana il massimo della sicurezza in un settore fondamentale per la vita dei cittadini”.

Leggi Come progettare le Scuole del Terzo Millennio.

Facendo riferimento alla dichiarazione del sottosegretario occorre sottolineare che, in particolare, oltre che nelle zone colpite dai recenti terremoti, in Toscana gli interventi previsti per la messa in sicurezza e riduzione della vulnerabilità sismica degli edifici scolastici sono piuttosto consistenti e urgenti: in totale si parla di 261 interventi per uno stanziamento di 64,52 milioni di euro.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento