Nuove norme per il controllo dell'attività edilizia in zona sismica in Toscana
Nuove norme per il controllo dell'attività edilizia in zona sismica in Toscana

Cambiamenti in vista per le norme antisismiche in Regione Toscana. Saranno infatti previste delle nuove procedure per il controllo e la vigilanza dell’attività edilizia nel territorio regionale. La nuova disciplina recepisce le indicazioni della normativa nazionale con l’abbandono del concetto di classificazione sismica su base comunale a favore della classificazione puntuale (sito dipendente).

 

Il Consiglio regionale della Toscana ha dato il semaforo verde alla proposta di legge che andrà a modificare la legge regionale sul governo del territorio (l.r. n. 1 del 3 gennaio 2005).
Secondo Vicenzo Ceccarelli, presidente della Commissione ambiente e territorio, “con le nuove disposizioni si potrà graduare l’attività di controllo in relazione all’effettiva pericolosità del sito di costruzione”.

 

Tra le altre novità contenute nella proposta di legge troverà posto anche una nuova regolamentazione dei procedimenti di sanatoria per le opere strutturali eseguite senza titolo o in difformità nelle zone sismiche e nelle zone a bassa sismicità.

 

La proposta di legge per la normativa antisismica si inserisce in un progetto più ampio di riordino complessivo della legge sul governo del territorio toscano, come ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Anna Rita Bramerini.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento