In Puglia il vento è a sfavore dell’eolico

La Puglia dice no a 186 torri nel Salento, ovvero circa 560 milioni di euro di intervento.

Da quel che si legge in rete il problema non è tanto legato ad un aspetto ambientale-paesaggistico, quanto ad una questione di titolarità dell’iniziativa.

I progetti, che interessano 20 Comuni del Salento, due della provincia di Foggia, uno della provincia di Bari e uno della Bat, erano stati presentati nel 2007. Tuttavia le normative attuali sono molto più restrittive e probabilmente quei progetti oggi difficilmente verrebbero approvati.

Ma a fermare le pale di 90 metri di diametro e i tralicci alti 100 metri c’è una “questione societaria”, ovvero la Nextwind di Lecce, società proponente ed ora in liquidazione, ha ceduto i progetti alla Etirya di Roma (entrambe parte dell’Entropya Group), e la Regione Puglia ha istituito un procedimento amministrativo per verificare se ci fossero le condizioni per fare tale cessione.

A detta dell’autorità la titolarità della posizione giuridica rispetto all’iter amministrativo può essere acquisita comprando l’azienda o il ramo d’azienda, oppure facendo proprie le partecipazioni della società che possiede i terreni, il progetto e le autorizzazioni.

Viceversa Etirya ribadisce come sia contemplata la pacifica possibilità di trasferimento tra privati di qualsiasi bene materiale o immateriale che le parti contraenti ritengano dotato di valore economico.

Ma che qualcuno fosse contrario a questo parco eolico era noto. Non ultimo, nel dicembre dello scorso anno, anche il Comune di Soleto aveva espresso il proprio no contro l’eolico che sarebbe dovuto sorgere sul suo territorio e su quello di Corigliano. Il sindaco di quest’ultimo Comune aveva già sollevato il problema dell’impatto sul paesaggio.

Insomma, la storia continuerà in tribunale? Forse.

Intanto le aste del GSE – Gestore Servizi Energetici sono deserte e il mercato nazionale delle energie rinnovabili stenta a decollare, colpa del vento contrario?

E da oltreoceano arrivano le immagini del parco eolico on the beach nelle Filippine: sulla baia di Bangui, nella provincia di Ilocos Norte, sull’isola Luzon, è sorto un grande parco eolico proprio sulla spiaggia. E qui il paesaggio non viene tutelato? Ma forse la società proponente è rimasta sempre la stessa.

 

Fonti:

forumabiente – La Regione salva il Salento da 186 mega-mostri eolici di acciaio e cemento dicendo “NO” a questa invasione di Maddalena Mongiò

http://www.trnews.it

http://www.corriere.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

  1. LE TORRI FATEVELE IN CASA VOSTRA.
    LA TERRA HA GIA’ LA SUA FUNZIONE.
    E’ lo fa molto bene, Imparate da essa a lavorare e saper produrrere, senza inquinare e distruggere; è garantito che guadagnerete piu di quato valete.
    Avete mangiato nutrienti e volete darmi; i vostri mostruosi pensieri da mangiare: Volete suicidarvi e volete che sia Io, prima a contorcermi, dello schifo che desiderate; crepare. Già il vostro BANDITISMO IDEOLOGICO, è micidiale, distruttivo, sadico, irreale. Da FAVOLE, di ALICE nel paese della vostra realta. E VOLETE FARLA VIVERE A ME; le tue favole da incubi. Non mi meraviglio che malti si ammalano, deformano. Le malattie da ragazzo erano inesistenti. Sono apparse con queste proposte insensate; con la scusa, del diverso; il nuovo; il moderno; la tecnologia; eccetera. Sappiate che la scienza la fatta l’Uomo, IDDIO a FATTA LA VITA.
    La COSI detta scienza, la vostra, è curiosita del diverso, è tutto va bene, per cento, per mille, oppure per un milione; e 1 ogni questi si contorce per la vostra,
    fantastica novità scientifica. La vera scienza, è dentro l’UOMO. Fuori, ve solo la manifestazione. Buona o Cattiva di cio che avete pensato, ideato in bene o in male. E chi gode nel vederli fingendo dispiacere e dentro gode. Li ho visti e non ho potuto fare niente. Era da pazzo contradirli. Farsi sbranare era l’occasione buona per chi osava. La legge del piu forte cera, cè e finche l’UOMO non avra come dimostrare il falso, frenandolo; DIO solo ci salverà. Sembra una favola eppure è.
    La strega cattiva èra, cè e resta, la brava cattiva.
    La terra èra e resta la vita, dell’UOMO che vuole vivere e fare vivere.
    I fantastici personaggi dei fumetti viventi è Bene, che DIO CI SEPARI DA LORO.
    Molti non sanno controllare le sensazioni micidiali perche li hanno accetate per buone, quando sembravano buone.
    Poi ingigandite mostri incontrollabili; rendendoli sciavi. Possono rimediare se fanno subbito, oltre ad accetare aiuto, non certo da ci li vuole cosi.
    Sè, si fidano di CRISTO, è il migliore; ma devono riconoscere di sbagliare. CRISTO, é ed ha, questo compito.
    IO LA TERRA , HO VISSUTO DESSA, è IN ESSA. è stò bene. SCUSATEMI sè ho detto di troppo.

Scrivi un commento