Il Ministero dell’economia e delle finanze ha aggiornato i coefficienti per la determinazione del valore di capannoni industriali per il calcolo dell’IMU 2013. Il relativo decreto 18 aprile 2013 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 97 del 26 aprile scorso.

Poiché la base imponibile dell’IMU 2013 è costituita dal valore dell’immobile determinato, il MEF ha stabilito i coefficienti per la determinazione del valore dei fabbricati classificabili nel gruppo catastale D (i capannoni industriali, per l’appunto), non iscritti in catasto, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati.

I coefficienti di aggiornamento sono stabiliti nelle seguenti misure:

– per l’anno 2013 = 1,03;

– per l’anno 2012 = 1,05;

– per l’anno 2011 = 1,09;

– per l’anno 2010 = 1,11;

– per l’anno 2009 = 1,12;

– per l’anno 2008 = 1,16;

– per l’anno 2007 = 1,20;

– per l’anno 2006 = 1,23;

– per l’anno 2005 = 1,27;

– per l’anno 2004 = 1,34;

– per l’anno 2003 = 1,39;

– per l’anno 2002 = 1,44;

– per l’anno 2001 = 1,47;

– per l’anno 2000 = 1,52;

– per l’anno 1999 = 1,54;

– per l’anno 1998 = 1,57;

– per l’anno 1997 = 1,61;

– per l’anno 1996 = 1,66;

– per l’anno 1995 = 1,71;

– per l’anno 1994 = 1,76;

– per l’anno 1993 = 1,79;

– per l’anno 1992 = 1,81;

– per l’anno 1991 = 1,85;

– per l’anno 1990 = 1,94;

– per l’anno 1989 = 2,02;

– per l’anno 1988 = 2,11;

– per l’anno 1987 = 2,29;

– per l’anno 1986 = 2,46;

– per l’anno 1985 = 2,64;

– per l’anno 1984 = 2,81;

– per l’anno 1983 = 2,99;

– per l’anno 1982 e anni precedenti = 3,17.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

  1. Non vedo dove sia il problema dell’aumento dell’IMU sugli immobili produttivi. Io per risolvere licenzierò un dipendente e utilizzerò i soldi risparmiati dagli stipendi per pagare l’IMU. E’ così che si agevola la ripresa dell’economia ?

Scrivi un commento