La crisi continua a mordere anche i laureati in ingegneria e lo fa in maniera particolarmente dura, se è vero che rispetto nel 2012 il numero di ingegneri assunti dalle imprese private è stato di appena 15.230 unità, oltre il 27% in meno rispetto ai 20.950 del 2011. A renderlo noto è una recente pubblicazione curata dal Centro Studi del CNI intitolata Le assunzioni dei laureati in ingegneria nelle imprese private (scarica il documento integrale dal sito del Centro Studi CNI).

Il dato rilevato è il più basso degli ultimi 7 anni per quanto riguarda la domanda di lavoro di profili professionali a elevata specializzazione e con laurea in ingegneria. A inizio crisi, nel 2008, si era raggiunto il picco di assunzioni di ingegneri da parte del settore privato con 26.220 laureati nei Politecnici italiani contesi dalle imprese.

Gli ingegneri più desiderati? Elettronici e informatici. Quelli meno cercati? Civili e ambientali
Andando a esaminare nel dettaglio i profili più richiesti dai privati per indirizzo di laurea in ingegneria nel 2012, la parte del leone la fanno gli ingegneri elettronici e dell’informazione, che rappresentano quasi la metà del totale degli ingegneri assunti lo scorso anno (7.230 unità). In questo ambito, gli sviluppatori di software sono i più ricercati con 1.230 assunzioni, seguiti dagli ingegneri programmatori informatici con 940 unità e i progettisti elettronici con 620 assunzioni.

Tiene anche la domanda per il settore industriale dove i progettisti meccanici assunti l’anno scorso sono stati 1.490 (il dato migliore in assoluto per la categoria degli ingegneri). L’ambito generale dell’ingegneria industriale ha assorbito 4.400 ingegneri che hanno trovato un’occupazione nel settore privato.

La nota dolente, dovuta anche al perdurante e infinito avvitamento del settore dell’edilizia, arriva dagli indirizzi di laurea di ingegneria civile e ambientale che, nel 2012, hanno portato a un totale di appena 800 laureati assunti, così ripartiti

– Progettista edile, 190 assunti nel 2012

– Esperto di ingegneria idraulica, 140 assunti nel 2012

– Tecnico dell’ambiente, 70 assunti nel 2012

– Progettista trasporti e infrastrutture, 60 assunti nel 2012

– Direttore tecnico di cantiere, 50 assunti nel 2012

– Tecnico di cantiere edile, 40 assunti nel 2012

– Tecnico sicurezza ambiente lavorativo, 30 assunti nel 2012

– Altre professioni nell’ambito di ingegneria civile e ambientale, 220 assunti nel 2012.

Si salva l’appeal dell’ingegnere
Dai dati rilevati dal Centro Studi del CNI, fortunatamente, risulta che l’emorragia di assunzioni non dipende da un calo del prestigio e della considerazione della professione di ingegnere, ma dalla sempre più pessima congiuntura economica e finanziaria.

“Gli imprenditori interpellati”, si legge infatti nel documento, “continuano ad apprezzare gli ingegneri riconoscendone le doti professionali e le spiccate capacità di lavorare in gruppo come pure di risolvere i problemi”.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento