Linee guida per la progettazione con i protocolli di sostenibilità Leed e Itaca: venti pagine firmate Anit che vogliono fornire un fondamentale supporto tecnico sul tema dello sviluppo sostenibile applicato all’edilizia. E dunque pensate ad hoc per aziende e professionisti di un settore, quello edile appunto, insaziabile divoratore di risorse naturali e responsabile del 40% delle emissioni di anidride carbonica liberate nell’atmosfera.  Settore ghiotto di energia cui oggi viene offerta l’opportunità di riscatto.

Orientarsi tra i diversi protocolli di sostenibilità e comprenderne i contenuti può rivelarsi impresa ardua. Non però dopo una puntuale consultazione della Guida targata Anit di cui le schede tecniche fornite da Edilteco, azienda modenese leader nella produzione di malte leggere termoisolanti, rappresentano il reale valore aggiunto. Partorite sotto l’occhio vigile e imparziale della stessa Associazione, oltre alla risposta positiva di Isolteco, Politerm e Isolcap ai criteri stabiliti  dai protocolli Itaca e Leed, le schede tecniche raccontano l’intera storia dei prodotti Edilteco indagandone i vari ambiti di impiego.

Il protocollo ITACA, costituito dal sistema nazionale di certificazione ITACA 2011 elaborato presso l’Istituto per la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale, se da un lato si propone di condividere uno standard comune individuabile nell’SBMethod, dall’altro promuove diverse configurazioni a livello locale. Frutto del processo di ricerca internazionale Green Building Challenge, l’SB-Method dal 2002 è gestito da iiSBE, international initiative for Sustainable Built Environment. Il sistema di certificazione LEED, figlio dell’US Green Building Council, nasce in America. È costituito da numerosi protocolli specifici redatti in funzione della tipologia dell’edificio che si vuole certificare.

Edilteco Group è socio di Green Building Council Italia. Membro del World GBC, Green Building Italia è partner di USGBC con cui condivide numerosi obiettivi, in primis la diffusione della cultura di un’edilizia sostenibile in grado di trasformare il mercato. Oltre a sensibilizzare in proposito l’opinione pubblica e le istituzioni, l’associazione si propone di fornire chiari parametri di riferimento agli operatori del settore. Motivo per cui promuove il sistema di certificazione indipendente LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) fondato su precisi criteri indispensabili alla costruzione di edifici efficienti dal punto di vista energetico, salubri e dall’impatto ambientale contenuto. Mission dichiarata? Rendere consoni al contesto nostrano i sistemi di rating propri della famiglia LEED.

Ecco in sintesi come rispondono i prodotti Edilteco ai criteri dei protocolli e dunque all’accorato appello di un ecosistema quasi allo stremo (Per ulteriori informazioni si consiglia di consultare le schede tecniche allegate alla Guida Anit sulla sostenibilità ambientale. Possono essere richieste via mail ad Edilteco: info@edilteco.it).

ISOLTECO. Intonaco ad elevato potere termoisolante a base di leganti idraulici selezionati predosati, perle vergini di polistirene espanso a granulometria costante preadditivate con speciale additivo EIA. L’utilizzo di Isolteco, intonaco isolante forte di una conducibilità termica pari a 0,058 W/mK, riduce la trasmittanza della struttura opaca verticale e pertanto consente di diminuire le dispersioni incidendo in modo complessivo sulla prestazione energetica dell’edificio. Conducibilità termica, densità, calore specifico e spessore sono i parametri che definiscono il comportamento delle strutture durante il periodo estivo. Isolteco vanta bassa conducibilità, densità a secco di 150 Kg/mc, calore specifico di 0,24 Kcal/kgK. La riduzione delle emissioni di CO2 è connessa ad un minore fabbisogno di energia primaria sia per il riscaldamento che per il raffrescamento. L’intonaco Edilteco agisce in questo senso. In assenza di impianto di climatizzazione, Isolteco contribuisce ad abbassare la temperatura interna in conformità con quanto previsto dalla norma UNI 10375. Inoltre la sua applicazione incrementa la massa superficiale della struttura, migliorandone le prestazioni di isolamento acustico.

POLITERM BLU.  Aggregato superleggero preadditivato per i confezionamenti di impasti cementizi leggeri termoisolanti (paritetici per composizione e prestazione ai prodotti della linea Isolcap).

LINEA ISOLCAP. Sottofondi premiscelati leggeri termoisolanti.

L’uso di Politerm Blu e Fein/linea Isolcap per la realizzazione di massetti alleggeriti, forti di una conducibilità termica compresa tra 0,043 e 0.176 W/mK, agisce sulle caratteristiche energetiche dell’involucro riducendone il fabbisogno di energia netta per il raffrescamento dell’edificio. In assenza di impianto di climatizzazione estiva, i massetti alleggeriti ottenuti con Politerm Blu e Fein/linea Isolcap contribuiscono a diminuire la temperatura interna in conformità con quanto previsto dalla norma UNI 10375. Il miglioramento della prestazione termica dello stabile contribuisce ad evitare la formazione di fenomeni di condensa. La corretta realizzazione di massetti alleggeriti tramite l’impiego di Politerm Blu e Fein/linea Isolcap, le cui prestazioni termiche risultano migliori rispetto ai massetti tradizionali, può avere in tal senso effetto positivo.

Sin dagli esordi Edilteco ha fatto del rispetto per l’ambiente la propria ragion d’essere. Allora, nei primi anni Ottanta, il “pensiero verde” abitava la mente di pochi indomiti. Per l’azienda di San Felice sul Panaro tutelare la natura significa non soltanto isolare gli edifici in modo ottimale garantendo così un indubbio risparmio di energia, ma anche proporre soluzioni innovative frutto di una costante ricerca sempre al passo con i tempi perchè in grado di anticipare le richieste del mercato. I prodotti Edilteco vengono realizzati perlopiù grazie all’impiego di materiale riciclato, recuperato da precedenti lavorazioni industriali. Un cammino impegnativo che deve confrontarsi con i limiti di un settore edile “abituato” a vessare l’atmosfera con una quantità di anidride carbonica superiore rispetto a quella partorita dal comparto dei trasporti. L’unico modo per arginare gli elevati costi, diretta conseguenza dell’inquinamento ambientale, è sposare la causa del risparmio energetico, da sempre core business di Edilteco. Isolamento termico, isolamento acustico, ricerca applicata al tema del recupero edilizio (risanamento e deumidificazione), protezione al fuoco: in una parola Edilteco. Con qualcosa in più. E’ infatti il profondo interesse dell’azienda per la  dimensione sociale insita in un percorso votato alla tutela dell’ecosistema a rappresentare il valore aggiunto di un agire sempre in sintonia con le esigenze di uomini e natura. Una dimensione di fatto ancora poco indagata e che per i fratelli Stabellini e i loro collaboratori si traduce in una sfida quotidiana. Anche nell’ambito acustico. Votata a preservare e incrementare il benessere psico-fisico di ognuno di noi, negli ultimi anni Edilteco ha fatto dell’isolamento acustico vera e propria mission aziendale. Merito della divisione dBred Noise Reduction che del gruppo modenese è riconosciuto fiore all’occhiello. Fedele alleato di ogni sorta di patologia  provocata da ansia e stress, il rumore è un avversario temibile, subdolo perché onnipresente. Dunque da non sottovalutare.  Con l’obiettivo di ottenere una gamma di proposte specifiche per l’isolamento acustico che si distingua per prestazioni a tempo indeterminato e cura del dettaglio, Edilteco Group ha stretto la mano al principale produttore mondiale di materiali in gomma riciclata, da oltre mezzo secolo attivo sul mercato internazionale. Il punto di partenza? Uno pneumatico riciclato, emblema di un impegno profondo: generare innovazione in modo sostenibile. La presenza di fibre in gomma SBR consente il corretto controllo industriale del peso specifico del prodotto e garantisce la costanza della prestazione in opera.

 

Il premio che testimonia l’impegno Edilteco per un mondo più sano. Grazie a Mixxol, sottofondo premiscelato alleggerito termoisolante fibrorinforzato ecocompatibile con un 49% di componenti riciclati e naturali , Edilteco si è aggiudicata un posto di rilievo nella rosa delle aziende premiate dal comitato scientifico “KlimahouseTrend” 2012. Mixxol è stato selezionato nella categoria “sistemi isolanti” dalla giuria che ne ha riconosciuto il carattere oltremodo innovativo. Organizzato da Fiera Bolzano in tandem con la rivista specializzata “Il Sole 24Ore Arketipo”, KlimahouseTrend è l’osservatorio che analizza e valuta i prodotti più efficienti e all’avanguardia presentati nell’omonima fiera. E che si propone di individuare soluzioni di ultima generazione in grado di coniugare, in una sintesi olistica di tecnologia e soluzione formale, i materiali o i sistemi costruttivi studiati ad hoc per realizzare un’architettura ecosostenibile.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento