Nuovo round di incontri, in vista del rinnovo del CCNL Edilizia per il triennio 2013 – 2015. A fine gennaio si è svolta una riunione presso la sede dell’associazione nazionale delle imprese edili (Aniem) con i rappresentati sindacali del settore delle costruzioni: Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil.

Al centro della riunione tra le parti vi è stata la bilateralità del settore edile, il cui sistema attuale va rivisto nell’ottica di “attuare un processo di profondo rinnovamento e di razionalizzazione degli enti”.

Nello specifico, si legge nella nota stampa diffusa dall’Aniem “le Parti ritengono fondamentale avviare un percorso finalizzato alla semplificazione del sistema bilaterale, all’efficientamento e alla razionalizzazione degli Enti paritetici anche attraverso il riconoscimento e l’applicazione di tutti i contratti del settore, presupposto irrinunciabile per una loro corretta operatività ai fini della regolarità del settore edilizio”.

Come anticipato tempo fa dal sito Impresedili.it, il testo della piattaforma per il rinnovo del CCNL Edilizia 2013  -2015 proposto dalle organizzazione sindacali pone particolare rilievo su alcuni punti particolari che riassumiamo:

– obbligo per l’impresa che acquisisce una lavorazione in subappalto di eseguirla in proprio

– ottenere comunicazione in tempo reale dell’elenco delle imprese e dei lavoratori presenti in cantiere e delle relative ore lavorate

– procedere ad una revisione delle flessibilità e, in particolare, impedire l’accesso in edilizia ai voucher e al lavoro a chiamata

– introdurre il  repertorio delle competenze professionali redatto da Formedil nazionale

– ridurre il ricorso all’utilizzo del contratto a termine nel settore delle costruzioni.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento