Ora che il Conto Energia Termico è diventato operativo con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto 28 dicembre 2012 ed è entrato in vigore lo scorso 3 gennaio, cerchiamo di fare una sintesi ragionata di quanto scritto e approfondito nelle scorse settimane, fornendo ai lettori un vademecum con le sette cose da sapere sul Conto Energia Termico.

Chi può richiedere gli incentivi del Conto Energia Termico?
Sia i soggetti pubblici che i soggetti privati potranno usufruire degli incentivi messi a disposizione del conto termico. Nello specifico, per privati, il decreto individua: persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa (imprenditori individuali).

Per ulteriori informazioni e per sapere cosa intende il decreto quando parla di “interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni”, leggi Conto Energia Termico: chi può richiedere gli incentivi.

Quali sono le spese incentivabili con il Conto Energia Termico?
In altri termini, quali sono le voci di spesa per le quali si potrà fare domanda di incentivazione in Conto Energia Termico?

Sono sei le voci di costo incentivabili, che concorrono alla determinazione delle spese ammissibili ai fini dell’incentivo, comprensive di IVA.
1. Interventi impiantistici per la produzione di acqua calda.
2. Interventi impiantistici per la climatizzazione invernale
3. Interventi per l’isolamento termico dell’involucro edilizio
4. Interventi per l’isolamento termico dei serramenti
5. Interventi di riduzione irraggiamento solare negli ambienti interni
6. Prestazioni professionali

Per approfondire ulteriormente e avere delle descrizioni dettagliate delle sei voci di costo, leggi il post Conto Energia Termico, le spese ammissibili per gli incentivi.

Come accedere agli incentivi
Per accedere agli incentivi, il richiedente deve presentare la domanda al GSE tramite la scheda domanda che sarà messa a disposizione sul sito del Gestore per i servizi energetici. La domanda deve essere presentata entro 60 giorni dalla data di effettuazione dell’intervento o di ultimazione dei lavori.

Per approfondire e sapere quali altri documenti sono necessari, rimandiamo all’articolo Come accedere agli incentivi del Conto Energia Termico.

Ammontare e durata degli incentivi
La durata e l’ammontare degli incentivi varia a seconda del tipo di intervento e del soggetto richiedente: pubblico o privato.

Per sapere tutto su questo argomento invitiamo a leggere Conto Energia Termico, ammontare e durata degli incentivi.

Conto Energia Termico, certificazione e diagnosi energetica
Per accedere ai benefici del decreto 28 dicembre 2012 è necessario che venga effettuata una diagnosi energetica preventiva sull’immobile oggetto dell’intervento e una successiva certificazione energetica che attesti il risparmio ottenuto.

Per saperne di più leggi il post Conto Energia Termico, incentivi solo con la certificazione energetica.

La pagina web del GSE
Assolutamente da segnalare per chi vuole avere una panoramica completa del Conto Energia Termico è la pagina web predisposta dal Gestore per i servizi energetici con tutte le informazioni sul meccanismo di incentivazione stabilito dal DM 28/12/12 e sulle modalità di accesso agli incentivi.

Criteri di ammissibilità
Per accedere agli incentivi messi a disposizione dal Conto Energia Termico riportiamo la tabella con i valori di trasmittanza massimi consentiti e la tabella con i requisiti tecnici di soglia minima consentiti.

Conto Energia Termico. Valori di trasmittanza massima consentiti per l’accesso agli incentivi (tabella 1) e requisti tecnici di soglia minimi consentiti per l’accesso agli incentivi (tabella 2)

Dal web


Dal web

Gli Speciali

9 Commenti

  1. Da questo articolo si evince che una persona fisica, privato cittadino, può richiedere il bonus per – 4. Interventi per l’isolamento termico dei serramenti – ovvero sostituzione degli infissi ? Nel decreto non viene ben specificato ciò. Mi sapreste fornire ulteriori chiarimenti? Grazie

    • Gentile Andrea, all’art. 4 del decreto si legge che sono incentivabili, alle condizioni e secondo le modalità dell’allegato I, gli interventi di “sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato”, quindi la risposta alla sua domanda è: sì, un privato può fare domanda per ottenere tali incentivi.

      • L’art. 4 è costituito da comma 1 – 2 e 3.
        Nell’ art. 3 (soggetti ammessi) viene stabilito che il il soggetto pubblico può accedere a tutti gli interventi del Art.4, quindi comma 1 e 2, mentre il soggetto privato è solo limitato al comma 2 dell’art.4, dove non è previsto “interventi di sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato” . Forse sono io ad interpretare male l’Articolo? Grazie

        • Gentile Andrea,la sua interpretazione è corretta e la ringraziamo per il suo intervento. Abbiamo in questi giorni letto il decreto con attenzione e risulta che il privato cittadino (persona fisica, condomini, soggetti titolari di reddito d’impresa o di reddito agrario) può richiedere gli incentivi per gli interventi di cui all’art. 4, comma 2; quindi, citando il decreto, “interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi di alta efficienza: a) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica; b) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa; c) installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling; d) sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore”.

  2. Gentilissimi,
    io devo togliere un camino a legna per mettere una caldaia a pellet da 24KW con cui riscaldare casa allacciandola a caldaia a GPL anche per la produzione di acqua calda.
    Il mio caso rientra tra quelli che possono beneficiare degli incentivi?
    Grazie 1000!

  3. Anch’io sono alla ricerca delle indicazioni operative. Il Gse ha tempo 60 gg dal 03/01/13 quindi penso sapremo q.sa ai primi di marzo. Mi permetto un commento: come sempre strumenti che dovrebbero essere a disposizione del cittadino di fatto necessitano di addetti ai lavori.
    Idem per il Fondokyoto lo scorso anno era destinato anche ai privati, così doveva essere quest’anno e invece niente, solo per le aziende e sul sito non si capisce perchè è fermo al 2012!!! che delusione 🙁

  4. È le indicazioni per fare il bonifico quale sono?
    Attualmente molte banche non sono ancora pronte con quello che questa direttiva richiede. Cosa faccio? Metto tutte le info richieste nella causale?

  5. Buongiorno, sono un privato e chiedo se ho diritto all’ incentivo del conto energia termico dato che devo sostituire la caldaia a gasolio con una nuova a pellet di 30 km e a quanto ammonta il contributo grazie

Scrivi un commento