Imu, slitta a febbraio la dichiarazione, non il pagamento del saldo

Arriva conferma ufficiale dal Ministero dell’Economia e delle Finanze della proroga al 4 febbraio 2013 del termine per la presentazione della dichiarazione IMU. Con un comunicato il MEF ha ufficializzato la nuova scadenza prevista dall’articolo 9, comma 3, lettera b), del Dl 174/2012, dopo le modifiche apportate al provvedimento nel corso dell’iter parlamentare di conversione in legge (leggi anche “A chi e come va presentata la Dichiarazione IMU” e “Dichiarazione IMU, in quali casi deve essere presentata“).

Ricordiamo che lo slittamento della scadenza riguarda gli immobili per i quali l’obbligo di dichiarazione è sorto dal 1° gennaio 2012 e che i proprietari possono sempre usufruire dei termini “ordinari” e cioè possono assolvere l’obbligo non entro il 4 febbraio, ma nei 90 giorni a disposizione dalla data in cui si è divenuti proprietari della casa o da quando si sono verificate variazioni che vanno ad incidere sulla determinazione dell’imposta, ipotesi che potrebbe, ad esempio, verificarsi con un acquisto avvenuto alla fine di dicembre.

La comunicazione del Ministero ha creato un pò di scompiglio, in quanto alcuni organi di stampa hanno diffuso la notizia di una proroga della scadenza per il pagamento del saldo Imu e non per la dichiarazione Imu, tanto che lo stesso Ministero si è trovato costretto a dover pubblicare un ulteriore comunicazione per confermare la data del 17 dicembre come scadenza per la seconda rata dell’imposta.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento