Qualche giorno fa abbiamo anticipato i contenuti del Bando INAIL 2012, che sarà pubblicato attorno al 20 dicembre 2012, e che consentirà alle imprese, anche a carattere individuale, di ricevere finanziamenti per l’implementazione di progetti finalizzati al miglioramento delle condizioni di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro (leggi anche Finanziamenti alla sicurezza, le anticipazioni del Bando INAIL 2012).

I progetti che saranno privilegiati per l’erogazione delle risorse saranno i seguenti:
– progetti presentati da micro, piccole e medie imprese,
– progetti presentati da imprese agricole,
– progetti riguardanti i settori produttivi con un elevato livello di rischio,
– progetti per la riduzione del rischio amianto,
– progetti condivisi dalle parti sociali,
– progetti nei quali è prevista anche l’adozione di buone prassi validate dal Ministero del lavoro.

Ma quali saranno le modalità con le quali verrà attuato il Bando INAIL 2012?
La procedura di attuazione del Bando INAIL 2012 sarà del tipo valutativo a sportello, che prevede l’istruttoria delle agevolazioni secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande dei finanziamenti.

La procedura adottata per il Bando INAIL 2012 è quella maggiormente adottata nei finanziamenti pubblici, perché consente il massimo di semplificazione, pur preservando tutte le necessarie garanzie per l’ente erogante (in questo caso, l’INAIL).

La procedura del Bando INAIL 2012
Il richiedente accede via web ad un modulo informativo (che sarà definito al momento della pubblicazione ufficiale del bando). All’interno di tale modulo dovranno essere inserite i dati anagrafici dell’impresa che richiede il finanziamento e le specifiche del progetto per il quale si chiede l’incentivo.

A questo proposito, i parametri relativi ai progetti determinano il punteggio attribuito e, quindi, alla formazione delle graduatorie. In un post di prossima pubblicazione forniremo ulteriori dettagli sulle caratteristiche di tali parametri.

Se viene superato un determinato punteggio, il modulo consente al richiedente di completare la domanda online per il Bando INAIL 2012. Solo a questo punto, sarà necessario inviare alla sede INAIL di competenza la documentazione che attesta i requisiti dichiarati sul modulo online.

L’invio della documentazione all’INAIL dovrà essere trasmessa tramite utilizzo di PEC (Posta Elettronica Certificata) e firma digitale, se richiesta.

Lo Sportello on line del Bando INAIL 2012
Saranno previste quattro fase di accesso allo Sportello on line. Per ciascuna fase saranno previsti tempi di apertura e di chiusura.

La prima fase in cui sarà aperto lo Sportello on line sarà quello relativo alla Compilazione (vedi sopra). Una volta che la domanda di finanziamento è stata completata, il sistema invierà un ticket elettronico, rappresentato da un codice che individua in maniera univoca la domanda stessa.

La seconda fase prevista per lo Sportello on line del Bando INAIL 2012 è quella relativo alla Calendarizzazione dell’invio. Una volta chiusa la fase di compilazione, infatti, ogni richiedente conoscerà quante domande hanno superato il punteggio soglia necessario e, pertanto, quanti saranno i potenziali partecipanti su base territoriale.

La terza fase dello sportello sarà quello dell’Invio delle domande. I tecnici dell’INAIL hanno previsto che l’invio delle domande sarà basato sulla spedizione del solo ticket elettronico, attribuito al momento del consolidamento della domanda da parte del sistema di elaborazione. Questo sistema dovrebbe consentire di evitare un sovraccarico dei sistemi nel momento in cui tutti i partecipanti al Bando INAIL 2012 invieranno la loro pratica.

La quarta e ultima fase dello Sportello on line sarà quella del Post invio. Alla chiusura delle operazioni di invio, saranno elaborati i dati delle domande inviate e predisposto l’elenco per regione ordinato cronologicamente, con l’evidenza dei beneficiari del contributo in base al budget disponibile per un dato territorio.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento