Per effettuare i corsi di formazione rivolti agli operatori di attrezzature di lavoro per le quali viene richiesta una specifica abilitazione con il regime transitorio c’è tempo ancora quattro mesi. Scadrà infatti il prossimo 31 marzo 2013 il periodo entro cui potranno essere riconosciuti i corsi già effettuati che, per ciascun tipo di attrezzatura, soddisfino uno dei tre requisiti fondamentali:

1. corsi di formazione della durata complessiva non inferiore a quella prevista dall’Accordo Stato Regioni del febbraio di quest’anno, composti di modulo teorico, modulo pratico e verifica finale dell’apprendimento;

2. corsi, composti di modulo teorico, modulo pratico e verifica finale dell’apprendimento, di durata complessiva inferiore a quella prevista dall’accordo, a condizione che gli stessi siano integrati tramite il modulo di aggiornamento entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore dell’Accordo;

3. corsi di qualsiasi durata non completati da verifica finale di apprendimento, a condizione che entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore dell’Accordo siano integrati tramite il modulo di aggiornamento e la verifica finale dell’apprendimento.

A partire dal 1° aprile 2013, ricordiamo, entrerà in vigore l’Accordo Stato regioni del 22 febbraio 2012 che individua le modalità per il riconoscimento dell’abilitazione all’uso delle attrezzature di lavoro, nonché l’individuazione dei soggetti formatori, della durata, degli indirizzi e dei requisiti minimi di validità della formazione

In una nota l’ANCE consiglia di sfruttare il regime transitorio che permette il riconoscimento dei corsi effettuati prima del 12 marzo 2013. Al punto 9.3 dell’accordo è specificato che i corsi effettuati prima di tale data devono essere documentati tramite il registro del corso recante: l’elenco dei partecipanti e le relative firme, i nominativi e le firme dei docenti, i contenuti, gli orari e gli esiti della valutazione teorica e dell’esercitazione pratica.

Ricordiamo infine che le attrezzature di lavoro che richiedono una specifica abilitazione degli operatori sono:

– Piattaforme di lavoro mobili elevabili;

– Gru a torre;

– Gru mobile;

– Gru per autocarro;

– Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo:

– Carrelli semoventi a braccio telescopico;

– Carrelli industriali semoventi;

– Carrelli/Sollevatori/Elevatori semoventi telescopici rotativi;

– Trattori agricoli o forestali;

– Macchine movimento terra:

– Escavatori idraulici;

– Escavatori a fune;

– Pale caricatrici frontali;

– Terne;

– Autoribaltabile a cingoli;

– Pompa per calcestruzzo.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento