Pagamenti P.A. a 30 giorni, anche i professionisti possono battere cassa

Anche i professionisti potranno beneficiare del nuovo decreto legislativo n. 192/2012, pubblicato in Gazzetta ufficiale nei giorni scorsi, sui pagamenti della p.a. a 30 giorni.

Finalmente i liberi professionisti non saranno più costretti ad aspettare mesi e mesi per vedere onorata la loro prestazione professionale – ha dichiarato il presidente di Confprofessioni Gaetano Stella – . Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legislativo sulle transazioni commerciali si colma l’ennesima lacuna normativa che fino a oggi ha penalizzato il lavoro dei professionisti, perché il ritardo dei pagamenti è un grosso problema che coinvolge le pmi, ma soprattutto i liberi professionisti che lavorano con la pubblica amministrazione e con le imprese”.

“Si tratta di un provvedimento che va nella stessa direzione cui Confprofessioni lavora da mesi, richiedendo l’estensione ai professionisti del diritto di compensare i crediti con la pubblica amministrazione” aggiunge Stella “come confermano gli emendamenti presentati da Confprofessioni al decreto sulla crescita in Commissione Industria al Senato”.

Dal 1° gennaio 2013, dunque, i liberi professionisti potranno contare su regole più severe per la riscossione dei propri crediti nei confronti della P.A.

Ora anche le imprese, le associazioni e i professionisti operanti nell’edilizia e nei lavori pubblici possono tirare un sospiro di sollievo dopo le dichiarazioni del viceministro Ciaccia e del vicepresidente della Commissione Ue e responsabile dell’Industria, Antonio Tajani che hanno rassicurato sull’applicazione del provvedimento anche a questi settori (leggi anche “Pagamenti PA, edilizia e lavori pubblici inclusi nella direttiva UE“)


Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento