La gara di progettazione architettonica del Padiglione Italia per l’Expo 2015 sarà basata sull’idea creativa di Marco Balich e lanciata entro la fine di novembre a livello europeo.

Uno spazio icona, capace di offrire l’emozione di un viaggio in Italia, coniugando il passato e il futuro del Paese e dei suoi territori: dovrà essere questo, nell’intenzione degli organizzatori, il Padiglione Italia dell’Expo 2015, il cui concept sarà presentato il 20 novembre alla Triennale di Milano e sarà la base di una gara architettonica per la progettazione che sarà lanciata entro novembre a livello europeo.

“Vogliamo che il nostro Padiglione, che si svilupperà su tutto il Cardo (uno dei due assi su cui si articolerà il sito dell’Expo, ndr) sia al tempo stesso una vetrina del sistema Italia e un ponte tra le eccellenze italiane e quelle del resto del mondo”, sottolinea Diana Bracco, commissario generale per il Padiglione Italia e presidente di Expo 2015 Spa.

L’idea creativa per la realizzazione della casa italiana all’Expo di Milano è stata sviluppata da Marco Balich, considerato una delle figure più importanti a livello mondiale nella produzione di grandi eventi e cerimonie olimpiche. “I grandi eventi curati da Balich in tanti anni in Italia e all’estero hanno sempre avuto la caratteristica di coniugare valori e contenuti alti con emozioni coinvolgenti per tutti – afferma Bracco -. Per questo e per la sua grande capacità comunicativa credo che sia la persona giusta”. “Sono convinto che l’Expo di Milano rappresenterà su scala internazionale un forte segnale di cambiamento – dice da parte sua il creativo -. Il padiglione Italia sarà una finestra espositiva unica del nostro Paese in questa straordinaria occasione di sviluppo e dialogo con il resto del mondo”.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento