Uffici aperti per l’accatastamento fabbricati rurali? Il termine del 30 novembre 2012, ultima data per completare l’accatastamento dei fabbricati rurali nel catasto edilizio urbano, ma che risultano ancora iscritti al catasto terreni, si avvicina sempre più. Di nuovo il CNG interviene e questa volta chiede la collaborazione dell’Agenzia del Territorio.

La richiesta inoltrata al direttore dell’Agenzia, Gabriella Alemanno, la scorsa settimana dal presidente dei Geometri, Fausto Savoldi, è di ripristinare temporaneamente gli orari di accesso agli Uffici provinciali ai tecnici anche negli orari eventualmente già modificati o soppressi.

L’accatastamento fabbricati rurali sta infatti facendo perdere il sonno a più di un professionista, come ha avuto modo di denunciare Savoldi, con la lettera inviata al Governo per chiedere la proroga ad almeno il 30 novembre 2013 del termine (leggi su Geometri.cc Accatastamento fabbricati rurali, i Geometri chiedono la proroga a novembre 2013).

Per il numero uno dei Geometri “è facile prevedere che, nell’approssimarsi della scadenza del 30 novembre 2012, i geometri, incaricati per l’accatastamento dei fabbricati rurali, saranno costretti a un lavoro urgente e supplementare”. Da qui la richiesta di agevolare lo svolgimento delle procedure per effettuare le procedure.

E intanto i tecnici sperano nella proroga
Al di là della richiesta all’Agenzia del Territorio, i tecnici che si occupano della materia catastale sperano in uno slittamento del termine per perfezionare le procedure di accatastamento fabbricati rurali.

Ricordiamo che il termine del 30 novembre 2012 per procedere all’accatastamentoè stato fissato per poter assoggettare questi immobili all’imposta dell’IMU.

Sul punto, sempre i Geometri propongono di “indirizzare i soggetti tenuti al versamento dell’IMU a quantificarne l’importo in base ad una rendita presunta”, per sottrarsi al termine, ormai davvero imminente.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

  1. bravo presidente ma è meglio insistere per una proroga. E’ necessaria ed improcrastinabile.
    Andrea, amico mio, lavora fino alle ore quattro e io lo seguo. Ma anche gli impiegati dell’ex catasto sono al limite delle forze e respingono le pratiche in modo esagerato. Saluti a tutti. Prego i colleghi di farsi sentire.

Scrivi un commento