L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sull’applicazione dell’imposta di registro all’atto di cessione in garanzia dei crediti Gse non ancora determinati al momento della registrazione dell’atto. Si tratta della risoluzione n. 95/E del 17 ottobre 2012. Il quesito cui l’Agenzia ha dato risposta è di una società che ha realizzato un impianto fotovoltaico “a terra”.

L’Agenzia delle Entrate ha fornito tali chiarimenti in risposta a un quesito posto da una società di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.
L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il contratto di cessione dei crediti vantati nei confronti del Gestore dei servizi energetici (www.gse.it), stipulato con atto pubblico o scrittura privata autenticata a garanzia del pagamento dei canoni derivanti da un contratto di leasing, è soggetto a imposta proporzionale di registro (aliquota dello 0,50%) da calcolarsi in base al “valore dei crediti dichiarato” dalla parte in via presuntiva, salvo un conguaglio o un rimborso dopo la determinazione definitiva dell’ammontare degli stessi.

In dettaglio: il quesito e il caso
La società chiedeva di conoscere quale fosse il trattamento fiscale da riservare al contratto di cessione in garanzia dei crediti vantati nei confronti del Gse, ai fini dell’imposta di registro.
La società ha realizzato un campo fotovoltaico “a terra” e ha stipulato con il Gse una convenzione per il riconoscimento delle tariffe incentivanti, spettanti per la produzione di energia elettrica derivante dal medesimo impianto.
La società stessa ha ceduto l’impianto fotovoltaico a una società di leasing, stipulando anche un contratto di locazione finanziaria per diciotto anni.
A garanzia del pagamento dei canoni derivanti dal contratto di locazione finanziaria, la società si è impegnata a cedere alla società di leasing i crediti costituiti dalle tariffe incentivanti erogate dal Gse mediante atto pubblico o scrittura privata.
L’ammontare di tali crediti non risulta determinato al momento della registrazione dell’atto. Inoltre, la quantità di energia prodotta varia in ragione della produttività dell’impianto fotovoltaico.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento