Efficienza energetica
Efficienza energetica

Novità sui Titoli di Efficienza Energetica, i cosiddetti certificati bianchi: l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha pubblicato le risposte alle domande più frequenti (FAQ, Frequently Asked Questions) riguardanti l’applicazione delle Linee guida rese note a ottobre 2011.

I “certificati bianchi” (o “Titoli di Efficienza Energetica” TEE): ricordiamoci cosa sono 
Si tratta di uno strumento di mercato esistente dal gennaio 2005 per promuovere l’efficienza energetica negli usi finali, certificare il raggiungimento degli obiettivi di risparmio, che le imprese distributrici di energia elettrica e gas devono conseguire, attraverso interventi e progetti per accrescere l’efficienza energetica negli usi finali di energia.
La regolazione tecnico-economica del meccanismo e la sua gestione complessiva sono affidate all’Autorità. Nell’ambito dell’attività di gestione rientra quella di valutazione dei progetti che l’Autorità effettua con il supporto di ENEA, oltre alla certificazione dei risparmi energetici ottenuti e l’autorizzazione al Gestore del mercato elettrico (GME) ad emettere i “certificati bianchi” in quantità pari ai risparmi certificati, a favore dei distributori, delle società controllate dagli stessi distributori, di società operanti nel settore dei servizi energetici e dei maggiori consumatori di energia che hanno un energy manager.
I distributori sono tenuti a consegnare annualmente all’Autorità un numero di ‘titoli’ equivalente all’obiettivo obbligatorio.
L’Autorità pubblica rapporti annuali e semestrali sui risultati conseguiti dal meccanismo e sulle previsioni per il futuro, nei quali sono anche presentate proposte su come migliorarne l’efficacia e l’efficienza.

Le più importanti linee guida TEE approvate a fine ottobre 2011 (delibera EEN 9/11) e in vigore dal 1° novembre sono:
– introduzione di un coefficiente di durabilità (coefficiente tau);
– riduzione della dimensione minima per l’accesso dei progetti agli incentivi;
– informazioni aggiuntive sulle società di servizi energetici che hanno ottenuto i TEE.

Le risposte alle FAQ
Alla fine dell’anno appena concluso, a seguito dei numerosi quesiti pervenuti inerenti le modalità applicative delle nuove Linee guida, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha pubblicato le risposte alle domande più frequenti riguardanti l’applicazione delle nuove Linee guida.
L’Autorità ha dato risposte a queste domande:
1. Quanto vale il coefficiente di durabilità τ per il mio progetto?
2. Come posso valutare se il mio progetto raggiunge la dimensione minima?
3. Come si può determinare la data di prima attivazione di un intervento?
4. Con le nuove LG come cambia il calcolo dei risparmi riconosciuti?
5. Come verranno trattati i progetti standardizzati presentati prima del 1 novembre 2011?
6. Per quanti anni posso richiedere il riconoscimento di TEE?
7. Quanti e quali interventi posso aggregare in un unico progetto?
8. Come deve avvenire la rendicontazione dei risparmi generati nel corso dell’anno 2011 da un progetto analitico o a consuntivo?
9. Quali informazioni è necessario fornire in merito agli altri incentivi pubblici eventualmente ottenuti per il mio progetto?

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento