Imu, i Comuni protestano contro la tassa sugli immobili pubblici

I Comuni torna a protestare contro l’IMU e chiedono delucidazioni al Governo Monti. Il presidente dell’Anci, Graziano Delrio attende “una risposta chiara dal governo sui 500 milioni di euro tagliati ai Comuni sugli immobili di proprietà delle amministrazioni“.

Delrio ha spiegato che “i tagli sono stati fatti in maniera sbagliata, visto che nessun sindaco ha pagato l’Imu degli immobili di proprietà del suo Comune, quindi a se stesso“. Il presidente dell’Anci vuole inoltre chiarimenti sulla riscossione delle imposte, in particolare sulla proroga data dal Governo ad Equitalia, poco gradita ai sindaci, e su responsabilità e controlli sugli enti locali.

Con l’avvicinarsi della scadenza per modificare le aliquote da parte dei Comuni, i sindaci sono tornati sul piede di guerra. Gianni Alemanno chiede la diminuzione dell’imposta municipale unica per le nuove case e le giovani coppie. Ma le critiche arrivano non solo dalle grandi città, ma anche dai piccoli comuni, come quello di Predappio che, come riportato su L’Unità nei giorni scorsi (leggi l’articolo per intero sul quotidiano)rischia di chiudere per l’Imu, visto l’importo che  l’Amministrazione civica dovrebbe pagare per gli immobili di sua proprietà, per lo più alloggi popolari.

Il primo cittadino Giorgio Frassineti  sottolinea, nell’articolo, come secondo i calcoli del Ministero il Comune romagnolo sia proprietario del 27% di tutti gli alloggi del Comune, contro l’8% che corrisponderebbe ai 243 alloggi effettivamente di proprietà dell’amministrazione comunale.

E mentre il Governo Monti cerca di far bella figura sistemando il regolamento per far pagare l’Imu alla Chiesa sugli immobili non commerciali, i sindaci con calcolatrice alla mano, scuotono la testa….

Per maggiori informazioni sull’Imu, potete consultare la nostra Guida Imu e per calcolare l’imposta è disponibile il nostro software di calcolo gratuito.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento