Recentemente sulle pagine di Ediltecnico.it ci siamo occupati delle procedure per richiedere la detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi ammessi all’agevolazione fiscale. Con questo post analizziamo quali sono le spese detraibili per gli interventi di risparmio energetico, per i quali è possibile usufruire della detrazione 55% fino al 30 giugno 2013.

A fornirci queste e altre utili informazioni è la guida dell’Agenzia delle Entrate, aggiornata ad agosto 2012, dal titolo Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico 2012.

Le spese agevolabili con la detrazione 55%
La detrazione 55% può essere richiesta sia per i costi dei lavori edili collegati agli interventi per il risparmio energetico degli edifici, sia per le prestazioni professionali necessarie.

Nel dettaglio ecco gli interventi le cui spese possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi:

a) interventi che comportino una riduzione della trasmittanza termica U degli elementi opachi costituenti l’involucro edilizio, comprensivi delle opere provvisionali e accessorie, attraverso:
– fornitura e messa in opera di materiale coibente per il miglioramento delle caratteristiche termiche delle strutture esistenti;
– fornitura e messa in opera di materiali ordinari, anche necessari alla realizzazione di ulteriori strutture murarie a ridosso di quelle preesistenti, per il miglioramento delle caratteristiche termiche delle strutture esistenti;
– demolizione e ricostruzione dell’elemento costruttivo;

b) interventi che comportino una riduzione della trasmittanza termica U delle finestre comprensive degli infissi attraverso:
– miglioramento delle caratteristiche termiche delle strutture esistenti con la fornitura e posa in opera di una nuova finestra comprensiva di infisso;
– miglioramento delle caratteristiche termiche dei componenti vetrati esistenti, con integrazioni e sostituzioni;

c) interventi impiantistici concernenti la climatizzazione invernale e/o la produzione di acqua calda attraverso:
– fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, nonché delle opere idrauliche e murarie necessarie per la realizzazione a regola d’arte di impianti solari termici organicamente collegati alle utenze, anche in integrazione con impianti di riscaldamento;
– smontaggio e dismissione dell’impianto di climatizzazione invernale esistente, parziale o totale, fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, delle opere idrauliche e murarie necessarie per la sostituzione, a regola d’arte, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione.

Negli interventi ammissibili sono compresi, oltre a quelli relativi al generatore di calore, anche gli eventuali interventi sulla rete di distribuzione, sui sistemi di trattamento dell’acqua, sui dispositivi controllo e regolazione nonché sui sistemi di emissione.

Per quanto riguarda gli interventi di riqualificazione energetica dell’edificio sono spese detraibili, oltre alle spese professionali, quelle relative alle forniture e alla posa in opera di materiali di coibentazione e di impianti di climatizzazione, nonché la realizzazione delle opere murarie ad essi collegate.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento